Cronaca Riolo Terme

Si è spento il partigiano Giuseppe, ultimo testimone vivente dei 'portaferiti'

"Mettendo a rischio la propria vita accompagnava i bisognosi di cure verso l'ospedale di Imola, durante le 127 giornate di permanenza del Fronte a Riolo Terme"

Si è spento nei giorni scorsi, all'età di 95 anni, Giuseppe Piani, partigiano militante nella 36esima brigata Bianconcini Garibaldi che operò sull'appennino tosco-emiliano. A darne notizia è il sindaco di Riolo Terme Alfonso Nicolardi: "Un altro grande uomo tra coloro che hanno fatto la storia della comunità riolese è “andato avanti”. Mi piace veramente pensare che Giuseppe Piani non ci ha lasciato, ma è andato avanti a esplorare, a dare il suo prezioso contributo per costruire un mondo migliore. Esattamente quello che ha fatto per tutta la sua vita, in innumerevoli iniziative di sostegno e aiuto al prossimo".

"Giuseppe - ricorda il sindaco - era l’ultimo testimone vivente di quella grandiosa esperienza del gruppo dei Portaferiti, che mettendo a rischio la propria vita, sotto le bombe che volavano e i proiettili che fischiavano, accompagnava i bisognosi di cure verso l'ospedale di Imola, durante le 127 giornate di permanenza del Fronte a Riolo Terme. Una generosità nell’offrire aiuto al prossimo che meritava la realizzazione di un monumento, il Monumento ai Portaferiti, che ne tramandasse la testimonianza alle nuove generazioni. Un monumento realizzato grazie all'impegno di un altra colonna riolese che purtroppo abbiamo salutato recentemente, Angelino Muccinelli. Esprimo a tutta la famiglia di Giuseppe le sentite condoglianze di tutta la Comunità Riolese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è spento il partigiano Giuseppe, ultimo testimone vivente dei 'portaferiti'

RavennaToday è in caricamento