rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Si ferisce da solo per simulare una rapina e nascondere l'ammanco di soldi

Un uomo, 37 anni, ha spiegato alla pattuglia giunta sul posto di essere stato rapinato e ha mostrato anche i presunti segni di una piccola colluttazione

Ha finto di essere stato rapinato per non dover subire le rampogne della moglie che si sarebbe accorta dell'ammanco di denaro. Una circostanza che molto probabilmente gli costerà una denuncia per simulazione di reato. L'allarme è giunto ai carabinieri nel cuore della notte tra giovedì e venerdì, alle 2 di notte. Un uomo, 37 anni, ha spiegato alla pattuglia giunta sul posto, alla rotonda tra via Ravegnana e l'Adriatica, di essere stato rapinato della cifra di circa 300 euro e ha mostrato anche i presunti segni di una piccola colluttazione, una lieve ferita da arma da taglio alla coscia. Sul posto pertanto si è portata anche l'ambulanza del 118.

Interrogato all'ospedale per avere informazioni sull'aggressione subita, il racconto del 37enne residente in una frazione del ravennate, la storia della presunta vittima ha iniziato a fare subito acqua da tutte le parti, fino a quando lo stesso soggetto ha confessato di essersi inventato tutto. Lo avrebbe fatto, ha spiegato, per nascondere alla compagna la spesa di circa 300 euro la sera stessa, denaro volatilizzato alle videolottery automatiche. Ora, oltre al problema coniugale, avrà anche quello con la giustizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ferisce da solo per simulare una rapina e nascondere l'ammanco di soldi

RavennaToday è in caricamento