menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si prostituiva sull'Adriatica, ma non poteva stare a Cervia: denunciata

La donna è stata condotta in Questura per la sua completa identificazione dove, in seguito al fotosegnalamento dattiloscopico, sono emersi alcuni alias

La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà una 33enne romena perché contravventrice al divieto di ritorno. La settimana scorsa la donna era incappata in un servizio di contrasto alla prostituzione lungo la statale Adriatica predisposto dal Questore.

All’altezza del comune di Cervia la donna è stata controllata da uno degli equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura, mentre era in attesa di occasionali clienti. La donna è stata condotta in Questura per la sua completa identificazione dove, in seguito al fotosegnalamento dattiloscopico, sono emersi alcuni alias. Con uno dei nominativi utilizzati in precedenza dalla donna è risultato che la stessa, il 10 aprile scorso, era stata colpita dal provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Cervia per il periodo di tre anni, emesso nei suoi confronti dal Questore di Ravenna. In ragione di ciò i poliziotti hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Ravenna la 33enne per non avere ottemperato al divieto di ritorno nel comune di Cervia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento