Si rifanno i marciapiedi di via Bartolini: "Dopo 40 anni di degrado"

Nel corso degli anni i residenti avevano rivolto più volte al Comune degli esposti individuali e prodotto nel 2018 una petizione con la richiesta di provvedere al rifacimento dei marciapiedi

Nel gennaio scorso, Lista per Ravenna sollevò il problema degli “ex marciapiedi” di via Bartolini, che vennero definiti così perchè “versano da oltre 40 anni in condizioni disastrose per mancanza totale di asfaltatura, avvallamenti con cedimenti del suolo, orlature mancanti, rotte o franate: causa di percorrenza improba per persone anziane o con disabilità e mamme con la carrozzina o il passeggino costrette a spericolarsi sulla carreggiata. Nel corso degli anni - spiega il capogruppo Alvaro Ancisi - i residenti avevano rivolto più volte al Comune degli esposti individuali e prodotto nel 2018 una petizione con la richiesta di provvedere al rifacimento dei marciapiedi, senza ottenerne alcun riscontro".

Via Bartolini è una strada del borgo San Biagio posta tra la via Zalamella e il Corso Nord (via Bovini), in cui sono situati tutti gli esercizi commerciali e le attività pubbliche di servizio al circondario. È quindi largamente utilizzata, oltreché dai propri residenti, da quelli del vasto comprensorio che attraversa linearmente. "Chiedemmo allora, avendo verificato come neppure nel bilancio 2020 del Comune ci fosse traccia di questo intervento nel piano triennale degli investimenti, che vi si mettesse mano urgentemente con procedura semplificata - commenta il consigliere d'opposizione - Ottenemmo infine questa risposta: “Al fine di poter soddisfare tale richiesta,si provvederà ad eseguire la progettazione nell'anno 2020 ed il relativo affidamento dei lavori, utilizzando la voce del piano investimenti 2020 denominata: Interventi urgenti per manutenzione straordinaria strade e potenziamento parcheggi…”. Avendo monitorato costantemente il mantenimento di questo impegno, possiamo ora comunicare che la Giunta comunale ha approvato martedì scorso in un sol colpo i progetti preliminare, definitivo ed esecutivo dell’opera, che, avendone contenuto i costi leggermente sotto i 100 mila euro (99.900), classificandola come manutenzione straordinaria, può ora essere affidata direttamente, senza alcuna procedura selettiva, alla ditta Sistema 3, che gestisce in global service la manutenzioni stradali del Comune di Ravenna. Di conseguenza, non ci sono impedimenti ad eseguire senza indugio i lavori, la cui durata è fissata in 75 giorni “naturali e consecutivi”. In sostanza, verranno demoliti gli “ex marciapiedi” esistenti, che saranno ricostruiti posando sullo scavo di sbancamento un tappeto di bitume con un nuovo cordolo di calcestruzzo e sostituendo i chiusini di cemento malridotti con nuovi di ghisa. L’intervento sarà esteso ad un piccolo tratto di marciapiedi dell’adiacente via Bagnara, che si trova nelle stesse pessime condizioni. Missione compiuta, dunque".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento