Si torna ad ammirare la mostra di Alvaro Siza al Magazzino del Sale

“Siamo orgogliosi che la città torni ad animarsi con la cultura" ha dichiarato il sindaco di Cervia Massimo Medri

È ripresa da dove era stata interrotta la mostra "Àlvaro Siza. Viagem sem Programa", ospitata al Magazzino del Sale Torre di Cervia. Sabato 23 maggio l’esposizione con le opere di Álvaro Siza ha infatti nuovamente aperto al pubblico dopo la sospensione a causa dell’emergenza Covid-19. Alla riapertura erano presenti il sindaco di Cervia Massimo Medri e il responsabile commerciale e marketing Edilpiù Marcello Bacchini, oltre ai rappresentanti degli organizzatori.

“Siamo orgogliosi che la città torni ad animarsi con la cultura – ha dichiarato Massimo Medri -. Torniamo a vivere i nostri luoghi in piena sicurezza, accompagnati dalla bellezza di queste opere che l’architetto Àlvaro Siza ha voluto mettere a disposizione di tutti”.

“Quando a marzo abbiamo sospeso la mostra ci siamo impegnati e riprenderla appena possibile – ha aggiunto Marcello Bacchini -. In questi giorni abbiamo unito le forze e ora possiamo dire di aver mantenuto questa promessa per donare a tutti la possibilità di ammirare le opere di un architetto di levatura internazionale come Siza. Siamo davvero felici di ricominciare”.

I cittadini potranno così tornare ad ammirare le opere del celebre architetto portoghese fino a domenica 7 giugno. La mostra, organizzata da ProViaggiArchitettura e Cerviarchitettura con il sostegno di Edilpiù nel ruolo di Main Partner e di Quick Italy, è composta da 53 opere selezionate personalmente dallo stesso architetto e dalla video-installazione “Viagem Sem Programa”, oltre a un’ampia selezione di fotografie scelte tra centinaia di immagini scattate nel corso degli anni dai due curatori, da amici e appassionati, che raccontano la genesi del progetto fino ad oggi.

Il progetto della mostra, nato dai numerosi incontri che i curatori Greta Ruffino e Raul Betti hanno avuto con Álvaro Siza nel suo studio di Porto, racconta la sua attività e la sua visione del mondo e dell’architettura. La mostra si addentra nella natura umana e nella cultura progettuale dell’architetto portoghese e della sua intensa capacità di osservare. Nella mostra a Cervia i disegni di Álvaro Siza dialogano con gli storici spazi del Magazzino Torre, grazie al progetto espositivo realizzato da Dumbo Design Studio in collaborazione con Graniti Fiandre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ingresso alla mostra è gratuito. La mostra assicurerà una modalità di fruizione contingentata o comunque tale da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico. L’esposizione è visitabile fino al 7 giugno nei fine settimana (23 e 24 maggio, 30 e 31 maggio, 6 e 7 giugno) e l’1 e 2 giugno dalle 11 alle 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

  • Investita mentre attraversa sulle strisce: donna in condizioni gravissime

  • Azienda in crisi e lavoratori a rischio, lo sfogo di una dipendente: "Ci hanno abbandonati"

  • Coronavirus, 53 nuovi casi nel ravennate: anziani positivi in casa di riposo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento