menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza a Porto Fuori: "I residenti pronti a pagare per le telecamere: ma il Comune non risponde"

Veronica Verlicchi punta l'attenzione sulla questione sicurezza nella piccola frazione ravennate di Porto Fuori

"Sulla sicurezza nel forese la giunta de Pascale è totalmente assente, lasciando il territorio e la popolazione residente soli ad affrontare i sempre più numerosi episodi di furti, truffe e rapine". La pensa così la capogruppo della Pigna in consiglio comunale, Veronica Verlicchi, che punta l'attenzione sulla questione sicurezza nella piccola frazione ravennate di Porto Fuori. "La giunta non interviene neppure, incredibile ma vero, quando è lo stesso paese a rendersi disponibile per cofinanziare l'installazione delle telecamere di videosorveglianza - continua la consigliera d'opposizione - E' il caso di Porto Fuori. Il locale comitato cittadino, attraverso l'associazione comitato Sagre di Porto Fuori che organizza l'annuale “Sagra de' caplet”, ha comunicato, ormai due anni fa, al sindaco di voler contribuire con 10mila euro all'installazione di 4 telecamere Targa System da posizionarsi nei punti di entrata, di uscita e nel centro del paese oltre alla strada che proviene dall'argine dei Fiumi Uniti. Si tratta di un contributo importante che copre la maggior parte dei costi di installazione delle telecamere di videosorveveglianza. E mentre il paese aspetta che l'amministrazione si muova, i residenti si trovano a far fronte ormai quotidianamente ad episodi di furti. A questo si somma anche l'episodio che ha visto la chiusura del bar al centro del paese per spaccio di droga. Per cercare di scuotere la giunta affinché dia il proprio benestare, lo scorso 8 giugno ho depositato uno specifico ordine del giorno, ora in attesa di discussione in Consiglio comunale, nel quale chiediamo al sindaco de Pascale di definire e approvare al più presto il progetto di installazione nei 4 punti. I cittadini di Porto Fuori hanno il diritto di essere più sicuri. Il temporeggiare di de Pascale e del vicesindaco Eugenio Fusignani è vergognoso, tanto più se si considera che è lo stesso paese a finanziare la sua sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento