menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"SicurInsieme", torna la Giornata mondiale per la sicurezza dei pazienti

Nei principali ospedali romagnoli sono state allestite presso alcune sale di attesa postazioni informative con personale sanitario pronto a rispondere a dubbi e domande dei cittadini

"Quando accedi a una prestazione, non dimenticare la tessera sanitaria e un documento d’identità. Comunica con precisione agli operatori le terapie che stai effettuando ed eventuali allergie di cui sei a conoscenza. Porta con te, se ti rechi in ospedale o in ambulatorio, la tua “storia” sanitaria: esami, documentazione, referti. Attivare il Fascicolo Sanitario Elettronico può aiutarti. E ancora, quando sei in ospedale, lavati sempre le mani prima e dopo il contatto con i pazienti, dopo aver toccato qualsiasi oggetto e quando vai via". Sono alcuni dei consigli pratici che possono migliorare ulteriormente cure e servizi, ridurre i rischi collegati all’assistenza e rafforzare il rapporto di fiducia tra pazienti e operatori.

In occasione della Giornata mondiale per la sicurezza dei pazienti, nonché la Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita che si celebre il 17 settembre di ogni anno, anche l’Azienda Usl della Romagna aderisce alla campagna informativa "SicurInsieme" rilanciata dalla Regione Emilia Romagna che promuove il secondo appuntamento "Open Safety Day": anche nei principali ospedali romagnoli sono state allestite presso alcune sale di attesa postazioni informative con personale sanitario pronto a rispondere a dubbi e domande dei cittadini. Viene inoltre distribuito il materiale della campagna informativa che punta sulla collaborazione dei cittadini. Esistono molti modi per evitare gli errori in ambiente sanitario, che sono possibili come in tutte le attività umane. Ma per migliorare la sicurezza delle cure c'è bisogno della collaborazione di tutti noi. Poche raccomandazioni da osservare per assicurare prestazioni di elevata qualità perché una sanità più sicura comincia da noi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento