menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sindacalisti contro Ausl Romagna: "Problemi non più tollerabili per i dipendenti"

A parlare sono i sindacati della Uil Fpl di Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini, che puntano il dito verso l'Ausl romagnola

"Da tempo osserviamo e denunciamo fenomeni non più tollerabili di ingovernabilità dell’Azienda Usl della Romagna": a parlare sono i sindacati della Uil Fpl di Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini, che puntano il dito verso l'Ausl romagnola. "Sono tanti i problemi che da tempo denunciamo e che attanagliano la vita lavorativa quotidiana dei dipendenti Ausl - spiegano i sindacalisti - Problemi che derivano da inerzia e scarsa lungimiranza e che ostacolano un’efficiente e indispensabile corretta gestione dell’ente pubblico. Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Sanità Pubblica delinea non solo regole, doveri e diritti, ma mette anche a disposizione possibilità per le quali sia l’organizzazione del lavoro, sia i lavoratori potrebbero trarne benefici. Nei fatti concede la possibilità di esonerare dal periodo di prova i dipendenti che abbiano già svolto periodi di rapporto di lavoro, anche a tempo determinato, nel medesimo o corrispondente profilo, anche in altre amministrazioni pubbliche. Possibilità che, con il reclutamento in corso d’opera del personale Infermieristico e oss proveniente dalle recenti graduatorie di concorso, non viene colta. Questa è l’ennesima dimostrazione che, laddove vi siano condizioni concrete di poter garantire ai dipendenti reali benefici, l’Ausl della Romagna preferisce comportarsi come un datore di lavoro “padre-padrone”".

"Ma non è finita qui - continuano dal sindacato - Dulcis in fundo il recente regalo fatto a migliaia di dipendenti che si sono visti accreditare lo stipendio in una giornata differente e successiva a quella prevista. Nessuno ha pensato di avvisare i dipendenti, senza preoccuparsi degli effetti negativi a danno di chi ogni giorno, tra mille difficoltà organizzative, lavora per pagare il mutuo della casa, per dare da mangiare alla propria famiglia o per altro ancora. È arrivato il momento di invertire la rotta anche con l’interessamento di chi nel territorio ha a cuore il servizio sanitario pubblico romagnolo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento