Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

La piaga delle slot machine, a Ravenna dilapidati 164 milioni: e in provincia è ancora peggio

Quanto si gioca nella tua città? Il database "L'Italia delle slot" mostra i dati dei comuni del ravennate: a Cervia e Lugo giocate pro-capite molto alte, a Faenza un netto calo ma numeri ancora preoccupanti

Quando il gioco diventa una droga che può portarti a perdere tutto. Il gruppo Gedi, insieme alla società Dataninja, ha realizzato il database "L'Italia delle slot", che raccoglie dati e cifre del 2015 e del 2016 sulla presenza e l'utilizzo di slot e videolottery in regioni, province e comuni, permettendo di fare classifiche e confronti sul "fenomeno slot". Ogni comune viene rappresentato su una "scala di virtuosità" che va da uno a cinque (più la città è in alto in classifica e più il comune è virtuoso, quindi con una bassa diffusione di slot e con poche giocate): Ravenna, ma anche Cervia, Faenza e Lugo si trovano tutte sul gradino più basso di questa scala.

"I percorsi intrapresi dalle amministrazioni Pd ai vari livelli territoriali per contrastare il gioco d’azzardo non sono pienamente sufficienti - commenta Paolo Guerra, presidente di "Assoraro Associazione di idee per Ravenna e la Romagna" - E questo nonostante il susseguirsi di eventi e di dibattiti i quali, se da un lato fanno star meglio la coscienza dei politici di turno, dimostrando una certa attenzione al problema, dall’altro lato rischiano di spettacolarizzare questo fenomeno, limitandone l’attenzione ai soli addetti ai lavori, e di fatto privando risorse per interventi ben più concreti sulla prevenzione alla patologia del gioco compulsivo. Siamo ancora qui a ricordare l’ennesimo ritardo. Pur essendo uscita con colpevole ritardo la norma regionale che sostiene la chiusura delle sale gioco poste entro i 500 metri dai luoghi sensibili, a Ravenna resta difatti ancora aperta una sala gioco, praticamente sotto al Palazzo del Comune di Ravenna, che dista più o meno 170 passi da una scuola, la Primaria di via Mordani. Il tema non è certo che questa sala semi deserta possa influire sulla psiche dei bambini delle elementari, i quali semmai vanno protetti dal gioco accessibile via internet e dagli smartphone, ma il punto è che sull’impegno al contrasto del gioco d’azzardo, qualcuno è ancora in ritardo; per l’appunto di 170 passi".

Gioco d'azzardo, nel 2016 spesi nel ravennate ben 700 milioni di euro

Ravenna

Il comune di Ravenna ha una popolazione di 159.057 abitanti con un reddito pro-capite pari a 20.837 euro. Le giocate pro-capite annuali nel corso del 2016 sono pari a 1030 euro (nel 2015 erano 982,7 euro). In totale, in 365 giorni sono stati giocati 163,85 milioni (69,8 milioni nelle "awp", le slot presenti in bar e tabaccherie, 94 milioni nelle videolottery presenti nei locali dedicati). In città sono 1502 gli apparecchi presenti (1254 awp e 248 videolottery), con una media di 9,4 apparecchi ogni 1000 abitanti. Rispetto all'anno precedente le giocate aumentano del 4,8%, gli apparecchi awp del +14,6%, mentre le videolottery diminuiscono del -12,1%.

Cervia

Il comune di Cervia ha una popolazione di 28.794 abitanti con un reddito pro-capite pari a 16.791 euro: nonostante il reddito sia più basso rispetto a Ravenna, le giocate pro-capite annuali nel corso dell'anno precedente sono pari a 1841 euro, oltre 800 euro in più alla città dei mosaici (nel 2015 erano 1742). In un anno sono stati giocati complessivamente 52 milioni (18,6 milioni nelle awp, 34,4 milioni nelle videolottery). La città "vanta" 342 apparecchi (253 awp e 89 videolottery), con una media di ben 11,9 apparecchi ogni 1000 abitanti. Rispetto al 2015 le giocate aumentano del 5,1%, gli apparecchi awp del +14,5% e le videolottery del +18,7%.

Faenza

Il comune di Faenza, che ha una popolazione di 58.836 abitanti con un reddito pro-capite pari a 19.997 euro e che ha numeri decisamente alti, vanta però un netto calo: le giocate pro-capite annuali nel 2016 sono pari a 1792 euro, mentre nel 2015 erano ben 3079 euro. Nel 2016 sono stati giocati 105,47 milioni (26,6 milioni nelle awp, 78,8 milioni nelle videolottery). In città sono presenti 542 apparecchi (347 awp e 195 videolottery), con una media di 9,2 apparecchi ogni 1000 abitanti. Rispetto all'anno precedente le giocate diminuiscono del -41,5%, gli apparecchi awp invece aumentano del +14,9% e le videolottery del +17,5%.

Lugo

Cifre molto alte per il comune di Lugo, che ha una popolazione di 32.396 abitanti con un reddito pro-capite pari a 20.377 euro. Le giocate pro-capite annuali nel corso del 2016 sono pari a 2013 euro (nel 2015 erano 1945,5 euro). In totale, in 365 giorni sono stati giocati 65,21 milioni (16,7 milioni nelle awp, 48,5 milioni nelle videolottery). A Lugo sono presenti 316 apparecchi (239 awp e 77 videolottery), con una media di 9,8 apparecchi ogni 1000 abitanti. Rispetto al 2015  le giocate aumentano del +3,5%, gli apparecchi awp del +2,6%, mentre le videolottery diminuiscono del -2,5%.

Gioco d'azzardo, un progetto contro la dipendenza e un prestito per l'indebitamento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piaga delle slot machine, a Ravenna dilapidati 164 milioni: e in provincia è ancora peggio

RavennaToday è in caricamento