Cronaca Cervia

Cervia, la studentessa Sofia Poli tra le 80 "eccellenze italiane"

Tale riconoscimento sugella l’impegno profuso dalla scuola cervese che da anni è impegnata nella valorizzazione delle proprie eccellenze

Sofia Poli, studentessa dell’Istituto Alberghiero “Tonino Guerra” di Cervia, è una delle 80 eccellenze italiane, rappresentante dell’Emilia Romagna. Il riconoscimento ottenuto a Matera, Capitale della Cultura 2019, dove sono state realizzate le Giornate dell’Eccellenza (25-27 ottobre) dedicate agli studenti delle scuole italiane secondarie di secondo grado che si sono distinti in competizioni nazionali e internazionali nelle diverse discipline scolastiche, dalla chimica, alla robotica, dal greco al latino antico, dalla fisica, alla matematica, alla cucina, scaturisce dalla vittoria realizzata in seno al concorso nazionale degli Istituti Alberghieri d’Italia, tenutosi a Bari lo scorso anno scolastico. 

"Alla cerimonia, che ha scelto Matera, quale luogo simbolico e di alto prestigio culturale e istituzionale, organizzata dal Miur in collaborazione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019, l’Istituto Alberghiero di Cervia non poteva mancare, perchè la presenza e l’eccellenza di Sofia deve costituire cassa di risonanza per il resto dei nostri studenti e amplificarne il significato e diventare cittadini sempre più partecipi e consapevoli della storia del nostro Paese - viene spiegato dalla dirigenza dell'istituto -. Tale riconoscimento sugella l’impegno profuso dalla scuola cervese che da anni è impegnata nella valorizzazione delle proprie eccellenze, attraverso la partecipazione a concorsi e gare nazionali ed internazionali, dove i propri studenti, opportunamente edotti dai docenti hanno ricevuto non pochi riconoscimenti e medaglie, anzi lo stesso Istituto lo scorso anno scolastico è stato insignito del riconoscimento di Scuola dell’Eccellenza".

Poli ha così ricevuto, oltre il riconoscimento, anche il titolo di ambasciatrice, perchè come ha commentato il sottosegretario di Stato, Vito De Filippo, intervenuto alla cerimonia, il compito dei nostri ambasciatori è di "promuovere l’evento Matera 2019 presso le loro compagne e i loro compagni e le famiglie. Un ruolo che ha molteplici obiettivi: partecipare in modo attivo a un grande evento culturale di respiro nazionale ed internazionale traendone insegnamenti di condivisione e cittadinanza attiva, testare in prima persona il grande valore del nostro patrimonio artistico e culturale e divulgarlo quanto più possibile".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cervia, la studentessa Sofia Poli tra le 80 "eccellenze italiane"

RavennaToday è in caricamento