Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Sospesi altri 50 operatori Ausl 'no vax': 14 rimasti senza lavoro si vaccinano

Sono ben 115 - la scorsa settimana erano quasi la metà, 67 - i dipendenti di Ausl Romagna che al 13 settembre hanno deciso di non sottoporsi al vaccino anticovid

Sono ben 115 - la scorsa settimana erano quasi la metà, 67 - i dipendenti di Ausl Romagna che al 13 settembre hanno deciso di non sottoporsi al vaccino anticovid e che, in seguito a questa scelta, sono stati sospesi dal lavoro. Si tratta di 98 lavoratori di comparto, 8 della dirigenza e 9 convenzionati.

I lavoratori sono stati sospesi dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o che comportino, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da Covid. Sono stati invece annullati o revocati 14 provvedimenti riferiti a operatori che, dopo essere stati sospesi dall'azienda sanitaria, hanno deciso di vaccinarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospesi altri 50 operatori Ausl 'no vax': 14 rimasti senza lavoro si vaccinano

RavennaToday è in caricamento