Marina e Punta, attenzione ai divieti di sosta nei stradelli: torna l'ordinanza estiva

I provvedimenti, al sesto anno di applicazione, sono stati presi per tutelare le caratteristiche ambientali delle zone interessate e l'incolumità delle persone, salvaguardando il passaggio dei pedoni e dei mezzi di servizio e di soccorso

Tornano dal prossimo 13 maggio  e saranno in vigore fino al 28 ottobre le consuete ordinanze che regolamentano la sosta e l’accesso dei mezzi motorizzati agli stradelli retrodunali (demanio marittimo) di Marina di Ravenna e Punta Marina Terme. A Marina di Ravenna l’ordinanza riguarda il tratto fra lo stradello in prossimità del bagno Waimea e fino al bagno ai Tamerici; a Punta Marina Terme il tratto fra lo stradello in prossimità del bagno Ruvido e fino al bagno Miramare e dal bagno Miramare al Chaplyn. I provvedimenti, al sesto anno di applicazione, sono stati presi per tutelare le caratteristiche ambientali delle zone interessate e l’incolumità delle persone, salvaguardando il passaggio dei pedoni e dei mezzi di servizio e di soccorso.

Prevedono che nelle zone citate la sosta e l’accesso dei mezzi motorizzati siano consentiti solo ed esclusivamente nelle specifiche aree, retrostanti gli stabilimenti balneari, autorizzate ai titolari delle concessioni demaniali marittime come ampliamenti stagionali destinati alla sosta dei mezzi motorizzati, che dovranno essere opportunamente segnalate e delimitate a cura dei concessionari al fine di una loro precisa individuazione, prevedendo almeno una postazione per gli utenti diversamente abili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre l’accesso dei mezzi motorizzati alle aree del demanio marittimo è consentito attraverso gli stradelli retrodunali adiacenti gli stabilimenti balneari esclusivamente per raggiungere le suddette aree di sosta e per consentire il percorso che da queste conduce alla prima uscita dal demanio marittimo. Le violazioni si configurano quali occupazioni abusive di spazio demaniale marittimo con veicoli, sanzionabili ai sensi dell’articolo 1161 comma 2 del Codice della Navigazione e successive modificazioni e integrazioni (206 euro).

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Si tuffano in mare, vengono risucchiati dalle onde: tre vengono salvati, uno perde la vita

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Alberi caduti, nubifragi e allagamenti: i temporali seminano danni

  • Tragico incidente stradale in Campania: muore una donna ravennate

  • Alessandro Borghese gira una puntata di "4 Ristoranti" in riviera

Torna su
RavennaToday è in caricamento