Sotterrano eroina nel giardino, un vicino li pedina e chiama la Finanza

Una segnalazione giunta la scorsa notte al 117, numero di pubblica utilità della Guardia di Finanza, ha permesso di far intervenire una pattuglia nei pressi di una abitazione di Lido Adriano, dove era in corso un’attività di spaccio.

Una segnalazione giunta la scorsa notte al 117, numero di pubblica utilità della Guardia di Finanza, ha permesso di far intervenire una pattuglia nei pressi di una abitazione di Lido Adriano, dove era in corso un’attività di spaccio. L’intervento ha consentito il rinvenimento ed il sequestro di decine di dosi di eroina ben occultate nel terreno di un giardino. Le Fiamme Gialle sono state guidate nell’operazione dalle informazioni in possesso del segnalante che da qualche giorno, come un vero poliziotto, aveva osservato le mosse degli spacciatori, atteso pazientemente il momento in cui la droga veniva sotterrata per  memorizzarne il  luogo preciso, e collaborato, infine, con la Guardia di Finanza al suo rinvenimento.  

UN CITTADINO ESEMPLARE - Il comportamento ammirevole di un cittadino ha, quindi, consentito il sequestro della droga, rendendo più efficace il contrasto delle istituzioni al fenomeno dello spaccio degli stupefacenti.  Un piccolo esempio, quello offerto dal segnalante, di come anche il semplice contributo del singolo possa essere prezioso per riaffermare principi fondamentali come la giustizia, il senso civico ed il rispetto delle regole. Soprattutto se ad esso se ne uniscono altri.

I NUMERI - La cooperazione dei cittadini alla legalità ed il rafforzamento della cultura civica sono alla base dell’aumento delle segnalazioni pervenute al numero di pubblica utilità “117” delle Fiamme Gialle di Ravenna: ben 352 dal 1 gennaio al 30 giugno 2012, con un incremento del 150% rispetto allo stesso periodo del 2011, in cui il telefono dell’operatore si e’ alzato 141 volte per rispondere ai cittadini segnalanti.  Le 352 segnalazioni hanno prodotto 72 interventi immediati  che in 42 casi hanno dato esito positivo, consentendo la verbalizzazione di 57 trasgressori. “Un ottimo risultato” è il commento delle Fiamme Gialle di via Alberoni, che leggono tra le righe delle statistiche una sempre più consolidata sinergia tra il cittadino ed il Corpo nella lotta all’evasione fiscale e nel contrasto alla criminalità.

MOLLUSCHI SEQUESTRATI - Con questo spirito un cittadino, dopo aver notato alcuni uomini intenti a pescare molluschi bivalvi vivi nei pressi di Marina Romea, ha contattato il “117” per richiedere l’intervento delle Fiamme Gialle. L’immediata attivazione, da parte della Sala Operativa, della pattuglia dei baschi verdi e della Sezione Operativa Navale di Marina di Ravenna, ha permesso di sequestrare una tonnellata di molluschi per violazione del regolamento “CE 853/2004” in tema di sicurezza alimentare.     

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tuffa nella piscina dell'hotel, poco dopo lo ritrovano morto in acqua

  • Imbocca la Classicana contromano: schianto tra due auto e un camion

  • Colpita dal muletto in retromarcia: infortunio mortale in azienda

  • Sassi dal cavalcavia, colpita un'auto con una famiglia a bordo: "Un grande spavento per i bimbi"

  • Trovato senza sensi in acqua, morto un anziano turista in spiaggia

  • Ben 11 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, la metà collegati ad un gruppo di ragazzi rientrati dalla Grecia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento