Spaccia droga a Marina di Ravenna, arrestato un ragazzo di 19 anni

I Carabinieri di Ravenna, nella serata di martedì, hanno tratto in arresto un ragazzo italiano con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti; è originario del bolognese, ma residente a Ravenna

I Carabinieri di Ravenna, nella serata di martedì, hanno tratto in arresto un ragazzo italiano con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti; originario del bolognese, ma residente a Ravenna, a soli 19 anni è stato sorpreso mentre cedeva droga ad altri due coetanei della zona. I militari della Stazione di Marina di Ravenna avevano intrapreso un servizio mirato alla repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, avendo notato che in una determinata zona della frazione balneare, vi era un viavai di giovani anomalo. Alcuni di questi, poi scopertisi acquirenti dello spacciatore, erano già noti ai Carabinieri por il loro consumo di droga. 

E’ stato grazie alle attività di indagine svolte che i militari hanno potuto tenere monitorati i movimenti di due possibili clienti del pusher. E’ stato fermato dapprima un 22enne di origine palermitana, poi un 18enne di Lido Adriano: entrambi sono stati trovati in possesso di alcune dosi di hashish.

Nonostante le prime resistenze, che comunque non sono valse loro ad evitare una segnalazione in Prefettura per le sanzioni previste, non hanno potuto che ammettere di avere appena comprato l’hashish da un ragazzo che operava nella zona di un noto bar nel viale centrale di Marina: da lì sono proseguite le indagini che in breve tempo sono arrivate a dimostrare le responsabilità penali del giovane, che probabilmente era divenuto il pusher di riferimento anche di giovani in vacanza al mare di Ravenna. 

Quando il giovane è stato fermato, è stato trovato in possesso dei rimasugli della droga appena spacciata, ma soprattutto della cifra corrispondente a quanto appena sborsato dai due clienti fermati in precedenza dai Carabinieri: anche grazie a questo è stato così possibile dimostrare che sia stato proprio quel ragazzo a spacciare la droga. 

Gli accertamenti sono stati estesi anche all’abitazione dove è domiciliato, e non a caso i militari hanno rinvenuto ulteriore droga dello stesso tipo già suddivisa in dosi, oltre a tutto il materiale utile al confezionamento come bilancino di precisione e bustine di plastica trasparente, oltre alla somma di 100€ circa, sequestrata, unitamente a tutto quanto trovato dai Carabinieri nella casa,  poiché ritenuto provento dell’attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane pusher, dichiarato in stato di arresto, è stato accompagnato in Caserma per gli ulteriori accertamenti e successivamente è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che è stato celebrato stamani 22 giugno. A seguito di patteggiamento è stato condannato a 4 mesi di reclusione ed al pagamento di una multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento