menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccia e si becca 10 multe per gli spostamenti: "Lotta alla criminalità priorità inderogabile"

La sua denuncia è stata possibile grazie anche all’utilizzo dei varchi Selea installati sul territorio, controllati dalla Polizia locale della Bassa Romagna

La Polizia venerdì ha arrestato uno spacciatore che operava sul territorio della Bassa Romagna. Il pusher, 33enne di origini albanesi, era residente a Fusignano ed è stato arrestato a Lugo dopo essere stato sorpreso nella flagrante cessione di tre involucri termosaldati, risultati contenere 1,7 grammi di cocaina, a un tossicodipendente. Da inizio mese era stato sanzionato dieci volte per spostamenti in violazione ai decreti Covid-19. La sua denuncia è stata possibile grazie anche all’utilizzo dei varchi Selea installati sul territorio, controllati dalla Polizia locale della Bassa Romagna.

"Gli agenti della Polizia di Stato hanno portato a termine con successo e tempestività una brillante operazione di contrasto allo spaccio di stupefacenti, nonostante le complicazioni del periodo che stiamo vivendo - dichiarano il sindaco di Lugo Davide Ranalli e il sindaco Daniele Bassi, vicepresidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna con delega alla Sicurezza - La lotta alla criminalità nel nostro territorio è una priorità inderogabile, per questo la collaborazione delle amministrazioni comunali e della Polizia locale con le forze dell’ordine dello Stato sarà sempre massima e costante. Il nostro ringraziamento alle donne e agli uomini che operano per la pubblica sicurezza è fatto anche a nome di tutti i cittadini che si riconoscono nei valori della legge e della civica convivenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento