rotate-mobile
Cronaca

Via vai sospetti in una casa sfitta: chiuso il rubinetto dello spaccio

Le indagini, avviate a seguito dei precedenti riscontri operativi acquisiti nel territorio cervese, hanno portato gli uomini dell'Arma a Ravenna

Con un'indagine "old style" i Carabinieri della Compagnia di Cervia e Milano Marittima hanno arrestato martedì un 33enne russiano, già noto alle forze dell'ordine e sottoposto ad avviso orale, con l'accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini, avviate a seguito dei precedenti riscontri operativi acquisiti nel territorio cervese, hanno portato gli uomini dell'Arma a Ravenna dove, in una casa ormai sfitta a Fornace Zarattini, erano stati segnalati dei sospetti andirivieni.

Così dopo qualche settimana di appostamenti fuori da quella casa, all’arrivo del 33enne, i militari hanno fatto irruzione cogliendolo mentre stava cedendo alcune dosi di marijuana ad un 27enne ravennate. All’esito delle successive perquisizioni personali e domiciliari d’iniziativa i militari hanno rinviato altre 11 grammi della stessa sostanza suddivise in dosi pronte per la vendita e due bilancini elettronici di precisione. Mercoledì il giudice ha convalidato l'arresto, condannandolo a 6 mesi di reclusione. Il 27enne è stato segnalato come assuntore di stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via vai sospetti in una casa sfitta: chiuso il rubinetto dello spaccio

RavennaToday è in caricamento