rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

"Fattorino" della droga a domicilio: andava avanti e indietro con la sua auto

Nella rete dei Carabinieri di via Alberoni è finito un trentenne tunisino, da tempo residente a Ravenna

Pizza a domicilio? No, droga. Non era il cliente a recarsi dal pusher, ma lo spacciatore stesso a rispondere delle esigenze del cliente. Nella rete dei Carabinieri di via Alberoni è finito mercoledì sera un trentenne tunisino, da tempo residente a Ravenna. Gli uomini dell'Arma hanno seguito l'extracomunitario nei suoi movimenti sospetti: a bordo di una piccola utilitaria percorreva da solo ripetutamente le strade del centro, apparentemente alla ricerca di qualcuno.

I militari lo hanno seguito e alla prima favorevole occasione sono riusciti a fermarlo. Nonostante l’uomo accampasse ingenue scus, i Carabinieri hanno proceduto ad una perquisizione personale e veicolare. E' stata trovata una dose di cocaina e quasi 2mila euro in contanti di cui l’uomo, disoccupato, non ne ha saputo fornire spiegazioni. Durante il controllo sul cellulare del soggetto è arrivato un messaggio con l’indicazione di un luogo d’incontro.

I militari hanno raggiunto il posto, sorprendendo un noto assuntore di stupefacenti che era proprio lì in attesa della dose che gli doveva fornire il tunisino. Di fronte alle evidenze l’assuntore non ha potuto fare altro che confermare quanto i militari avevano constatato. Accertati i fatti il pusher è stato arrestato, mentre la droga ed il denaro sequestrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fattorino" della droga a domicilio: andava avanti e indietro con la sua auto

RavennaToday è in caricamento