rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

Operazione contro lo spaccio in riviera: sequestrati 4 etti di hashish

 Il prezioso ausilio dell'unità cinofila intervenuta,ha permesso di rinvenire e sequestrare nella camera da letto dove alloggiavano i due fratelli, uno zaino occultato sotto al letto contenente 4 panetti

Un’operazione anti-droga, condotta dalle forze dell'ordine, ha portato nel pomeriggio di giovedì all'arresto di due fratelli originari del Marocco, per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nei giorni precedenti, a Cesenatico, avevano appreso infatti di un’attività di spaccio nel centro rivierasco e in altre località turistiche della costa, intrapresa da due individui magrebini dimoranti nella zona collinare cesenate. L'attività investigativa improntata dagli investigatori per l'identificazione dei due spacciatori, portava, nel corso di un servizio, ad “intercettarli” in zona Ponente, a bordo di un auto,  ed incontrarsi con un giovane al quale veniva effettuata una consegna di un involucro, probabile dose di droga.

Lasciata che l'auto, con a bordo i due soggetti, si allontanasse gli operatori hanno proceduto a fermare ed identificare il giovane al fine di accertare l’avvenuta cessione di droga. Quest'ultima veniva confermata con il rinvenimento, nel possesso dell'acquirente, di una dose di circa 2,5 grammi di stupefacente tipo hashish. Sostanza che veniva sequestrata, mentre il giovane veniva sanzionato amministrativamente e segnalato alla competente Prefettura per i provvedimenti di competenza. Le indagini permettevano di appurare che i due fratelli, domiciliati a Ravenna, erano di fatto temporanemante alloggiati presso l'abitazione di un loro connazionale residente in un comune della Valle del Rubicone.

Individuato il loro domicilio, nel pomeriggio di giovedì è effettuato un servizio congiunto mirato al monitoraggio ed osservazione dei movimenti dei due soggetti. I due magrebini  venivano fermati e controllati nei pressi dell'abitazione ospitante, negando il fatto che fossero lì domiciliati, nonostante uno dei due veniva trovato in possesso della chiave di accesso all'immobile. Il  ventottenne, all'atto del controllo, veniva trovato in possesso di una dose di 1,5 grammi di hashish celata all'interno di un pacchetto di sigarette tenuto tra le sue mani. Al controllo positivo si procedeva così alla perquisizione all'interno dell'abitazione, dove veniva riscontrata la presenza dell'affittuario e di loro altro connazionale. Il prezioso ausilio dell'unità cinofila intervenuta,ha permesso di rinvenire e sequestrare nella camera da letto dove alloggiavano i due fratelli, uno zaino occultato sotto al letto contenente 4 panetti di sostanza solida, risultata essere dagli accertamenti tecnici successivamente eseguiti sostanza stupefacente tipo hashish, del peso complessivo di circa 400 grammi. Sequestrata anche una somma di denaro di 500 e uro, suddivisa in banconote di diverso taglio, tale da farne presumere il provento dello spaccio. Lo stupefacente sequestrato avrebbe immesso sul mercato della droga circa 400 dosi ed un provento di circa 6.000 Euro.

Stante la flagranza della detenzione dello stupefacente rinvenuto, la pregressa attività di spaccio accertata, la somma di denaro rinvenuta, quale provento dell'attività illecita visto lo stato di disoccupazione di entrambi,  i due magrebini venivano tratti in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio. Dell'avvenuto arresto veniva data immediata comunicazione al Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Forlì.  Il Giudice del Tribunale di Forli ha convalidato l'arresto, applicando a loro carico la misura cautelare degli arresti domiciliari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione contro lo spaccio in riviera: sequestrati 4 etti di hashish

RavennaToday è in caricamento