menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport acquatici, si torna in barca, a fare surf e pescare: ecco l'ordinanza

Il sindaco di Cervia Massimo Medri, vista l’ordinanza del Presidente della regione Emilia-Romagna, ha emesso un’ordinanza valida dal 7 maggio compreso che stabilisce alcune prescrizioni

Il sindaco di Cervia Massimo Medri, vista l’ordinanza del Presidente della regione Emilia-Romagna, ha emesso un’ordinanza valida dal 7 maggio compreso che stabilisce alcune prescrizioni. L'accesso agli specchi acquei per lo svolgimento delle attività acquatiche individuali (quali, ad esempio, windsurf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca, vela in singolo, ecc..) deve avere luogo esclusivamente dalle aree oggetto di concessione per attività assimilabili (circoli nautici, velici, ecc..) o dalla spiaggia libera di Cervia Lungomare Deledda ute 192-193 lungo percorsi opportunamente segnalati. Nelle aree in concessione in ambito portuale, nei porti turistici (darsene comprese) e nei circoli sportivi è possibile uscire in mare per attività da diporto (quali, ad esempio, vela, pesca, diporto nautico, moto d'acqua, ecc..) nel rispetto delle vigenti ordinanze della Capitaneria di Porto; in barca a vela o a motore si può uscire fra congiunti oppure, se non si tratta di congiunti, in non più di due persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

La sorpresa pasquale a Maiano: sbuca un uovo di Pasqua gigante

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento