menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport e disabilità tra dodgeball e palestra 'polisportiva'

L’obiettivo dell’attività è la partecipazione alla prossima edizione di “Giocando senza frontiere”, meeting annuale dedicato ala promozione dell’inclusione sociale

Il Centro Sportivo Italiano di Ravenna, in collaborazione con altri partner (Solco, Casa della Carità di Lugo, Il Germoglio, CEFAL, Romagna Handball) sta realizzando da diversi mesi, e sino a tutto il mese di giugno, un’attività sportiva rivolta agli ospiti della Casa della Carità di Lugo e agli utenti della struttura lavorativa protetta gestita dal Cefal. Questa attività si compone di due diversi percorsi, denominati palestra polisportiva e dodgeball adattato.

La palestra polisportiva è il nucleo funzionale dedicato alla promozione qualifica e all’acquisizione delle competenze motorie, cognitive e relazionali funzionali alla pratica sportiva. L’obiettivo dell’attività è la partecipazione alla prossima edizione di “Giocando senza frontiere”, meeting annuale dedicato ala promozione dell’inclusione sociale attraverso gare di atletica e tornei di sport funzionali all’integrazione, rivolto ad atleti con disabilità e a sviluppo tipico. Il dodgeball è invece un gioco di squadra nato come evoluzione agonistica della palla avvelenata ed in questo contesto l’obiettivo è quello di organizzare un torneo misto a tappe. Ambedue le attività vengono proposte per consentire a tutti di entrare nel mondo dello sport, indipendentemente dalle proprie abilità residue, nonché fornire a tutti la possibilità di maturare una propria crescita personale.

L’attività in palestra è preceduta da un percorso strutturato di attività “spogliatoio” che serve per favorire una generalizzazione degli apprendimenti durante le attività di spogliatoio pre e post allenamento, un inizio dell’attività in maniera graduale, preparando psicologicamente gli atleti all’attività sportiva, nonché favorire la socializzazione identificando lo spogliatoio come luogo privilegiato per i rapporti interpersonali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento