rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Sport senza barriere: parte un progetto di basket per persone affette da autismo

Iscrizioni aperte per il corso che vuole offrire una reale opportunità di attività sportiva per chi soffre di questo tipo di disabilità e di disturbo

Gym Academy, la società affiliata al comitato Csi di Ravenna-Lugo, porta in palestra le persone con disabilità intellettiva o affette da autismo. E lo fa organizzando corsi, differenziati per fasce d’età, con l’obiettivo di offrire una reale opportunità di attività sportiva per chi soffre di questo tipo di disabilità e di disturbo. Seguiti da un’allenatrice-educatrice e psicomotricista (Michela Maldini) e da un’allenatrice psicologa (Elena Marzetti), entrambe con specifiche competenze in tema di intervento su persone con disturbi dello spettro autistico, i bambini e i ragazzi coinvolti potranno trovare il migliore percorso sportivo adatto alle loro caratteristiche e abilità ma anche un mezzo per sviluppare l’acquisizione di nuovi schemi motori, di abilità sociali e per consolidare la loro autostima e fiducia in sé stessi.

Sede fissa delle lezioni è la palestra Montanari di Ravenna, dove un primo corso è già iniziato, e dove il progetto si sviluppa almeno per tutto il mese di ottobre in quattro lezioni: il mercoledì, dalle 15 alle 16, e il giovedì dalle 14.30 alle 15.30 per i ragazzi dai 12 ai 18 anni, il mercoledì dalle 16 alle 17 per i bambini dai 6 ai 9 anni, e il giovedì dalle 15.30 alle 16.30 per il basket individuale a favore di quei bambini e ragazzi che ancora non possiedono i prerequisiti di base per sostenere attività di gruppo.

“Le persone che soffrono di disturbi dello spettro autistico hanno generalmente grossi deficit nelle abilità sociali – spiega Michela Maldini, una delle referenti del progetto di Gym Academy – e per loro imparare a praticare uno sport diventa un canale di socializzazione e il gioco diventa uno strumento per entrare in relazione con i coetanei“.

“Con questo progetto si conferma la ‘mission’ del nostro comitato e di Gym Academy – precisa Alessandro Bondi, presidente del Csi Ravenna-Lugo – di dare un’opportunità concreta di formarsi e crescere con la pratica sportiva a tutte le persone che soffrono di disabilità di vario tipo. Per loro siamo impegnati costantemente nell’organizzazione di eventi e iniziative: ricordo su tutte il torneo di volley ‘Oltre la siepe’ che assegna il titolo italiano Fisdir, o la partecipazione all’interno della maratona di Ravenna col progetto Correndo senza frontiere, per il quale fino al 6 novembre sono aperte le iscrizioni, o quelli per la formazione di educatori sportivi per la disabilità. Vogliamo veramente rafforzare il concetto che lo sport deve essere inclusivo e per tutti”.

Le iscrizioni ai corsi di basket sono aperte e ci si può iscrivere in qualunque momento, previe la stipula di una polizza assicurativa contro gli infortuni tramite il tesseramento al Csi e la presentazione di un certificato di idoneità sportiva non agonistica rilasciato dal proprio medico di medicina generale. Per informazioni ulteriori: tel. 347 2791414 e 338 5825725.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport senza barriere: parte un progetto di basket per persone affette da autismo

RavennaToday è in caricamento