Seconde case, Bonaccini: "Sì agli spostamenti fuori provincia con la famiglia"

Sarà possibile anche uscire dalla propria provincia, quindi gli spostamenti saranno consentiti su tutto il territorio regionale

L'Emilia-Romagna allarga le maglie per gli spostamenti verso le seconde case. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini mercoledì  firmerà una nuova ordinanza per consentire all'intero nucleo familiare - e non più solo a una persona, come stabilito in precedenza - di raggiungere la propria abitazione non di residenza, con rientro sempre in giornata. Sarà possibile anche uscire dalla propria provincia, quindi gli spostamenti saranno consentiti su tutto il territorio regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il governatore Bonaccini lo ha annunciato mercoledì mattina nel corso di una conferenza stampa in videocollegamento su un nuovo bando per le giovani coppie in montagna. "Oggi faremo il provvedimento - afferma il presidente - estenderemo a tutta la famiglia e anche oltre la provincia di riferimento, con rientro in giornata, la possibilità di andare nelle seconde case, perchè abbiamo visto che gli spostamenti si sono svolti tutti in ordine e senza problemi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all'incrocio all'alba: automobilista in gravi condizioni

  • La giovane coppia dà nuova vita al luna park: "Ravviveremo Lido di Classe, mai perdere la speranza"

  • Coronavirus, muore una donna residente nel ravennate

  • Sbaglia la manovra nello scambio di carreggiata: grave un motociclista

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • Cade con la bici tra le rocce della palizzata: è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento