Cronaca

Spreco alimentare, Perini: "Il Comune sconti la tariffa rifiuti alle attività che cedono beni ai bisognosi"

"Le cose stanno cambiando anche grazie all'introduzione della legge Gadda, che si occupa proprio della donazione e della distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici".

"Ogni anno le aziende sprecano quasi mille tonnellate di cibo, configurandosi quello che può essere definito un vero e proprio scandalo. In questi mesi, però - sottolinea il consigliere Daniele Perini di Ama Ravenna - le cose stanno cambiando, anche grazie all'introduzione della legge Gadda, in vigore dal 14 settembre, che si occupa proprio della donazione e della distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale.

La norma si inserisce in un contesto nazionale ed internazionale di contrasto allo spreco alimentare, regolandone gli aspetti igienico – sanitari, eliminando l'appesantimento burocratico per gli  adempimenti fiscali, incentivando i soggetti donatori e ampliando la platea dei possibili beneficiari.

Siamo in presenza, finalmente, della concreta possibilità di donazioni di ingenti quantità di alimenti a fini di solidarietà sociale e per l'efficace contrasto della povertà. I Comuni hanno la facoltà di applicare un coefficiente di riduzione della tariffa sui rifiuti alle utenze non domestiche che cedono beni agli indigenti e mi impegnerò affinché il Comune di Ravenna recepisca appieno la norma e dia piena attuazione alle disposizioni semplificatrici che essa introduce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spreco alimentare, Perini: "Il Comune sconti la tariffa rifiuti alle attività che cedono beni ai bisognosi"

RavennaToday è in caricamento