rotate-mobile
Cronaca

Statale 16 Adriatica, l'incontro pubblico: "Il completamento è un'assoluta priorità"

Dopo due anni di forzata interruzione il Comitato ha voluto riprendere il tema con un incontro in presenza per fare il punto della situazione e per ribadire, ancora una volta, "che è sempre più urgente completare l’opera"

Si è parlato della nuova SS16, degli interventi per garantire più sicurezza e più opportunità per i territori con la Zona logistica Semplificata al servizio del porto nell'assemblea pubblica, , convocata dal “Comitato intercomunale per il completamento della SS16” alla presenza dell'assessore regionale Andrea Corsini e dei sindaci di Lugo, Alfonsine, Fusignano, del vice sindaco di Argenta e altri Amministratori locali -tra i quali l’assessore all’Urbanistica e Lavori pubblici del Comune di Ravenna-, Associazioni e molti cittadini.

Dopo due anni di forzata interruzione il Comitato ha voluto riprendere il tema con un incontro in presenza per fare il punto della situazione e per ribadire, ancora una volta, "che è sempre più urgente completare l’opera nella sua interezza, per garantire sicurezza, accesso al più grande bacino turistico italiano e per collegare il porto di Ravenna (all’interno delle reti Ten-T come terminale meridionale del corridoio n. 1 Baltico-Adriatico) con i paesi transalpini e dell’Europa centrale e settentrionale. 
L’assessore Corsini ha ribadito, innanzi tutto, che la priorità attribuita alla SS16 dalla Regione in occasione dell’ultimo incontro svoltosi a dicembre 2019 (quando l’assessore competente era Donini), resta la medesima; anzi è rafforzata dagli eventi di questi due anni di pandemia. Per accelerare l’iter procedurale la Regione ha deciso di investire risorse cofinanziando, attraverso un protocollo d’intesa sottoscritto con Anas, la progettazione delle opere per far sì che Anas, che dovrà eseguire gli interventi, possa accedere con una corsia preferenziale ai finanziamenti governativi. A dicembre, inoltre, la Regione ha approvato il Prit, strumento di pianificazione indispensabile e propedeutico alla realizzazione di qualsiasi opera infrastrutturale".

Questa accelerazione, secondo l’assessore Corsini, fa prevedere che a maggio saranno pronti i primi elaborati del progetto definitivo del 2° stralcio Alfonsine (da ponte Bastia all’attuale variante di Alfonsine), mentre a giugno 2023 è prevista la presentazione della progettazione esecutiva del secondo stralcio di Alfonsine e del progetto preliminare dei lotti di Mezzano e di Fosso Ghiaia. In dirittura d’arrivo, invece, il tratto di Argenta che, dopo la conferenza dei servizi ad aprile, a settembre/ottobre 2022 vedrà finalmente l’emanazione del bando di gara. Nel frattempo la Regione Emilia-Romagna ha provveduto ad individuare la Zona Logistica Semplificata (Zls); una grande ‘rete’ di collegamenti per la movimentazione delle merci, che metterà in relazione infrastrutture viarie e ferroviarie con le aree produttive commerciali della regione. Un progetto speciale che andrà a beneficio di tutto il sistema di trasporto merci, del tessuto imprenditoriale e dell’occupazione. E in questo contesto baricentro di tutto il sistema è proprio il porto di Ravenna.

"Avere una SS16 riqualificata a ridosso della Zls rappresenterà una importante opportunità anche per i territori della Bassa Romagna che potranno beneficiare dello sviluppo del porto di Ravenna. Anche le imprese della Zls che utilizzeranno il porto di Ravenna potranno avere vantaggi concreti: si tratta di agevolazioni, nazionali e regionali, come ad esempio semplificazioni amministrative, incentivi economici e sgravi fiscali", viene evidenziato dal “Comitato intercomunale per il completamento della SS16”, che continuerà a monitorare l’iter progettuale. L’assessore Corsini si è impegnato a seguire, insieme alle istituzioni, Comitato e cittadinanza, le varie fase delle progettazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale 16 Adriatica, l'incontro pubblico: "Il completamento è un'assoluta priorità"

RavennaToday è in caricamento