Studente malato? La mensa scolastica si disdice con un sms: la proposta della Pigna

Disdire, in caso di assenza per malattia o impedimento, il servizio di mensa scolastica via web o via sms:è quanto chiede, tramite una mozione, la capogruppo della Pigna in consiglio Veronica Verlicchi

Disdire, in caso di assenza per malattia o impedimento, il servizio di mensa scolastica via web o via sms. E' quanto chiede, tramite una mozione, la capogruppo della Pigna in consiglio Veronica Verlicchi. "In caso di assenza dalla mensa per malattia o impedimento a scuola, il Comune di Ravenna addebita ai genitori l’intero importo relativo ai pasti consumati nel mese dal proprio figlio, costringendo le famiglie a richiedere il rimborso all’ufficio Ristorazione e pre e post scuola del Comune di Ravenna entro 30 giorni dal ricevimento del bollettino - spiega la consigliera di opposizione - La risposta alla richiesta di rimborso da parte dell’ufficio avviene di norma entro 60 giorni, e l’attuale procedura risulta complessa soprattutto per i genitori che sono obbligati, ogni volta, a richiedere attraverso la compilazione dello specifico modulo il rimborso del costo dei pasti addebitati ma non consumati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Verlicchi "è necessario semplificare e rendere più efficiente la procedura relativa ai pasti della mensa scolastica, attraverso la comunicazione da parte delle famiglie delle assenze a scuola dei propri figli. Una possibile soluzione potrebbe essere costituita dalla comunicazione via web nella pagina personale, creata con le proprie credenziali con il sistema Federa, oppure con un sms da inviare a un numero messo a disposizione dall’ufficio comunale preposto. E' necessario anche raggiungere l’obiettivo di snellire e agevolare le comunicazioni relative al numero dei pasti non consumati attraverso un aggiornamento puntuale, agile e costante". Con la mozione la consigliera impegna il sindaco e la giunta "a predisporre e a implementare una procedura dedicata per la comunicazione tempestiva della disdetta per assenza del figlio per malattia o per impedimento da parte delle famiglie, sia via web attraverso la creazione di una pagina personale attraverso le credenziali Federa che attraverso l’invio di un sms a un numero dedicato e comunicato dall’ufficio comunale preposto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Scoppia un incendio nell'allevamento: tanti uccelli morti tra le fiamme

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro un muretto: grave incidente sulla Brisighellese

  • Fase due, Bonaccini: "Prudenza o tra qualche settimana dovremo richiudere"

  • Negozi di bici presi d'assalto grazie al bonus: ma i cittadini si fidano poco del rimborso

Torna su
RavennaToday è in caricamento