Cronaca

Sul registro di cassa batte centesimi al posto degli euro e si intasca la differenza

Arrestato dai carabinieri il dipendente di una pizzeria da asporto. Il giovane si è difeso sostenendo di avere dei crediti dal titolare

Un escamotage raffinato quello escogitato da un 28enne riminese, dipendente di una pizzeria d'asporto di Ravenna, che è riuscito a raggirare il titolare del locale. Il giovane, infatti, negli scontri che batteva sul registratore di cassa trasformava gli euro in centesimi intascandosi la differenza tra quanto pagato dal cliente e quanto riportava il registro. Per evitare che i clienti si insospettissero su quegli scontrini irrisori, il dipendente infedele aveva cura di appoggiare la ricevuta sulla pizza calda, in maniera da renderla illeggibile, e di segnare l'importo esatto su un bigliettino volante che consegnava assieme alla merce.

Un sistema che, a lungo andare, ha insospettito il padrone il quale si è rivolto ai carabinieri che hanno fatto scattare la trappola. Nel registratore di cassa è stata posizionata una banconota precedentemente fotocopiata dai militari dell'Arma che, a fine turno, è stata trovata nelle tasche del 28enne. Un'ulteriore perquisizione dell'abitaizone ha permesso di sequestrare altri 800 euro ritenuti provento del trucco. Processato, il giovane ha sostenuto di aver agito in questa maniera in quanto vantava dei crediti dal titolare e, alla fine, ha ha patteggiato sei mesi di reclusione e 600 euro di multa con pena sospesa ed è tornato libero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul registro di cassa batte centesimi al posto degli euro e si intasca la differenza

RavennaToday è in caricamento