menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tante donazioni dalle società Uisp del settore podismo

I tanti runner della società affiliate Uisp che in questi giorni, pur rimanendo in casa nel rispetto delle indicazioni del Governo, hanno trovato il modo di fornire il loro prezioso contributo

Per loro stessa natura i podisti non si fermano mai. E così anche i tanti runner della società affiliate Uisp che in questi giorni, pur rimanendo in casa nel rispetto delle indicazioni del Governo, hanno trovato il modo di fornire il loro prezioso contributo nella lotta contro la propagazione del Coronavirus.

Con la ferma intenzione di dare un segnale di vicinanza a chi si sta prodigando nel cercare di fornire le necessarie cure e il conforto alle persone colpite dal Covid-19, il settore podistico delle Uisp territoriali Ravenna-Lugo e Imola-Faenza ha trovato il modo di contribuire in maniere tangibile dando il via a diverse donazioni verso gli Ospedali di Ravenna, Lugo, Imola e Faenza, oltre al sostegno anche nei confronti della Protezione Civile locale.

Un desiderio di fornire un aiuto concreto che si è presto diffuso come un "contagio positivo" che ha coinvolto molte associazioni sportive, fino ad arrivare alla cifra complessiva, secondo il dato odierno ma costantemente aggiornabile, di ben 66.577 euro. Senza dimenticare che alle raccolte di denaro si sono aggiunte nei giorni anche donazioni di prodotti, come bottigliette d’acqua, posate monouso, generi alimentari destinati ad associazioni di solidarietà, fino ad arrivare alle uova di Pasqua regalate al reparto di Pediatria dell’Ospedale di Ravenna.

"Desidero ringraziare davvero di cuore tutti i tesserati delle associazioni – dice Gabriele Tagliati, presidente della Uisp Ravenna-Lugo – per questa fantastica dimostrazione di solidarietà nei confronti del territorio. Si è scatenata una gara di solidarietà senza precedenti che per tutta la Uisp ha un significato importante e dimostra che i nostri runner hanno saputo ancora una volta distinguersi per attenzione e prontezza d’animo. Le nostre società hanno saputo trasformare la rabbia elle preoccupazioni personali dei loro uomini e delle loro donne per le manifestazioni programmate e poi cancellate in azioni concrete e corali, che identificano in pieno il significato dell'associazionismo".

"Questo stop forzato alle nostre attività sportive causato dall’emergenza sanitaria – spiega Raffaele Alberoni, responsabile del settore Atletica Leggera per il Comitato Territoriale Uisp Ravenna-Lugo – non ha fermato le azioni condivise di beneficenza e di volontariato. I nostri podisti stanno dimostrando ogni giorno un grande cuore e la voglia di essere parte integrante della società anche in periodo di crisi come quello che stiamo vivendo".

Tra le tante iniziative degne di nota anche quella del Gs Drago Marina di Ravenna che ha voluto pensare anche al dopo emergenza facendosi carico di acquistare, in collaborazione con la Croce Rossa, un automezzo destinato al trasporto delle persone più bisognose per le necessità sanitarie. Inoltre, la sinergia fra Coordinamento podistico della Uisp Ravenna-Lugo, Cooperativa il Solco di Ravenna, associazione Cuore e Territorio di Ravenna, Centro Sociale il Tondo di Lugo, associazione Re di Girgenti Ravenna, Parrocchia di Lido Adriano, Centro Solidarietà di Lugo e Caritas Castel Bolognese ha permesso la consegna di prodotti alimentari e materiale di prima necessità a tante persone bisognose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento