Tanti controlli in città e nei lidi per Pasqua: ma le multe sono poche

E’ stata verificata la regolarità dell’allontanamento dalla propria abitazione di 414 persone. Solo 28 le sanzioni comminate

La Polizia locale ha attuato da giovedì 9 a lunedì 13 aprile un articolato servizio di controlli del territorio per verificare il rispetto dei comportamenti richiesti per contrastare il diffondersi del Covid-19 durante le appena trascorse festività pasquali. "L’esito ci ha restituito una incoraggiante fotografia - afferma il vice sindaco con delega alla sicurezza, Eugenio Fusignani - A fronte del grande numero di persone e attività commerciali controllate, sono state relativamente poche le sanzioni e le denunce per inosservanza delle disposizioni governative e regionali. 154 gli operatori di Polizia locale coinvolti direttamente nei controlli, per la sola emergenza Covid-19, nel territorio di Ravenna, ma soprattutto sul litorale ravennate, senza contare gli agenti che contemporaneamente erano impegnati nella centrale operativa, nell’infortunistica e negli altri servizi sempre operativi".

Nelle giornate di giovedì e venerdì sono stati controllati, con l’ausilio di volontari della Protezione civile, 1.049 mezzi pesanti transitati lungo la via Baiona e risultati tutti in regola. E’ stata verificata la regolarità dell’allontanamento dalla propria abitazione di 414 persone. Solo 28 le sanzioni comminate. Due persone sono state anche denunciate per aver dichiarato il falso.

Nelle giornate tra giovedì e sabato i controlli sono stati effettuati nei lidi, in particolare nei supermercati e nei negozi di alimentari nell’eventualità che tra i clienti vi potessero essere proprietari di seconde case. Gli agenti hanno effettuato controlli alle casse e all’interno degli esercizi commerciali di Punta Marina, Marina di Ravenna, Marina Romea, Caslaborsetti, Porto Corsini, Lido di Savio e Lido di Classe non trovando nessuna irregolarità. Sono intervenuti anche in alcuni luoghi a seguito di segnalazioni di cittadini non ravvisando situazioni di mancato rispetto dei divieti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Colgo l’occasione - conclude Fusignani - per ringraziare tutti gli operatori coinvolti in questi servizi. Per il prezioso supporto i volontari della Protezione civile e dell’Associazione nazionale carabinieri, quest’ultima impegnata ieri a Marina di Ravenna in un servizio di osservazione e segnalazione di eventuali assembramenti. Naturalmente un grazie particolare va al personale sanitario e ai volontari che li coadiuvano sempre impegnati in prima linea per occuparsi della nostra salute. Desidero, infine, ringraziare tutta la nostra comunità per il grande senso di responsabilità dimostrato. Abbiamo davanti ancora giorni difficili, ma sapremo affrontarli uniti e consapevoli che le azioni corrette di ognuno di noi proteggono l’intera popolazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento