menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tari, in arrivo l'ultima rata. Bassa Romagna: "Nessun errore nei nostri comuni"

Alla luce dei recenti errori commessi da numerosi Comuni italiani sul calcolo della tassa, l’Unione precisa che nei nove Comuni della Bassa Romagna non vi sono stati errori di alcun tipo

È in consegna in questi giorni nei nove Comuni della Bassa Romagna l’avviso di pagamento della Tari, a copertura del periodo settembre-dicembre 2017, con scadenza 30 novembre 2017. La Tari è la tassa che copre i costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e la sua gestione per il 2017 è stata affidata dai Comuni a Hera, che emette tre rate con scadenze previste dal regolamento comunale, seguite da un conguaglio il prossimo anno. Come previsto per legge, il calcolo della Tari tiene conto delle superfici dichiarate o accertate e della composizione del nucleo familiare risultante dai dati anagrafici forniti periodicamente dai Comuni.

Alla luce dei recenti errori commessi da numerosi Comuni italiani sul calcolo della tassa, l’Unione precisa che nei nove Comuni della Bassa Romagna non vi sono stati errori di alcun tipo riconducibili all’attualità delle cronache nazionali. L’Unione ha inoltre da tempo avviato un percorso strutturato di recupero dell’evasione Tari con l’obiettivo di allargare la base imponibile di riferimento, per garantire una distribuzione del tributo più equa per tutti i cittadini. Dal 1 ottobre 2017, la L.225/16 prevede l’incasso diretto della Tari nel conto di tesoreria del Comune. Non è pertanto più consentito mantenere il servizio di pagamento automatico della tassa con domiciliazione bancaria come avvenuto fino a ora. Il nuovo e unico metodo di pagamento consentito prevede quindi l’utilizzo del modulo F24 precompilato per tutti. Il modulo sarà unito all’avviso di pagamento e potrà essere pagato presso un qualsiasi sportello bancario o postale, salvo l’obbligo di effettuare il pagamento esclusivamente in via telematica, qualora il contribuente sia un soggetto titolare di partita Iva. Si informa inoltre che il pagamento con F24 è gratuito e può essere utilizzato solo su territorio italiano. Nella lettera di accompagnamento della bolletta sono indicate le nuove modalità di pagamento e un apposito volantino informativo è inserito in particolare nelle buste destinate alle utenze che fino ad ora pagavano con la domiciliazione. A chi di queste ultime ha reso disponibile il proprio indirizzo di posta elettronica e/o il proprio numero di cellulare, circa 10 giorni prima della scadenza arriverà inoltre una email e circa tre giorni prima un sms come promemoria. Queste modalità di comunicazione saranno replicate anche con il prossimo invio della bolletta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: esiste davvero il giorno più triste dell'anno?

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Utenze

Chiedere la rettifica della bolletta, come e quando si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento