menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tari, la protesta del consigliere: "Aumentano le tariffe, ma non le agevolazioni"

E' quanto sostiene il capogruppo di Ravenna in Comune in consiglio Massimo Manzoli, che ha depositato in merito un'interrogazione a sindaco e giunta

"Tari: aumentano le tariffe, ma non le agevolazioni per i cittadini". E' quanto sostiene il capogruppo di Ravenna in Comune in consiglio Massimo Manzoli, che ha depositato in merito un'interrogazione a sindaco e giunta. "La Tari assicura la copertura dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani, è in vigore dal 1 gennaio 2014 e la composizione della tariffa prevede una quota fissa, una quota variabile e alcune agevolazioni volte a stimolare la raccolta differenziata - spiega il consigliere d'opposizione - Dal 2014, anno in cui ha preso avvio la Tari, a tutt’oggi la tariffa inerente la “quota fissa” è passata da 41 centesimi di euro ai 55,3 attuali, con un aumento di circa il 35%; la quota di “agevolazioni” per i cittadini che conferiscono i propri rifiuti alle Stazioni Ecologiche, invece, è rimasta ferma a 15 centesimi. La Provincia di Ravenna resta uno dei territori regionali con i peggiori valori di raccolta differenziata e quindi, sul nostro territorio, l’obiettivo del 73% di raccolta differenziata nel 2020 sembra un miraggio irraggiungibile. E' essenziale attivare ogni forma di intervento possibile (informativo, economico, strutturale) affinché tutta la cittadinanza sia messa nelle condizioni di poter aumentare sempre di più la percentuale di raccolta differenziata".

"Abbiamo depositato un’interrogazione - prosegue Manzoli - perchè crediamo che sia un atto di correttezza e onestà aumentare lo sconto per i cittadini portandolo ad almeno 20 centesimi (cioè lo stesso 35% di cui è aumentata la tariffa). Siamo fermamente convinti che questo non sia un atto che possa rivoluzionare anni di politiche che ci hanno portato ad avere una differenziata così bassa, ma sia un gesto dovuto e un modo per riportare il tema in consiglio comunale". Per questo Manzoli chiede al sindaco e alla giunta "quali interventi straordinari si metteranno in campo, da qui a fine mandato, per compensare le politiche che hanno portato a essere una delle province peggiori in Regione; se non sia il caso di prevedere un aumento della quota di “agevolazione” prevista per chi conferisce alle stazioni ecologiche portandola dagli attuali 0.15 euro/kg ad almeno 0.20 euro/kg (corrispondente ad un aumento proporzionale del 35%) e se non sia il caso di rivedere forme di agevolazione per cittadini e imprese che possano stimolare un aumento della raccolta differenziata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento