Tassista abusivo verso la discoteca: stangata per un 61enne

L'uomo è stato pizzicato mentre con il suo furgone stava trasportando alcuni ragazzi in una nota discoteca di Cervia.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cervia – Milano Marittima, hanno segnalato un 61enne operaio di Gatteo, sorpreso a svolgere servizio taxi in via dei Cosmonauti di Cervia senza avere mai ottenuto la prevista licenza. L’uomo è stato pizzicato mentre con il suo furgone stava trasportando alcuni ragazzi in una nota discoteca di Cervia. 

Dalla violazione conseguono la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 1700 a 7000 euro, nonchè le sanzioni amministrative accessorie della confisca del veicolo (del valore di 15mila€ circa) e della sospensione della patente di guida da 4 a 12 mesi. La stessa norma prevede, in caso di recidiva in un periodo di tre anni, la sanzione accessoria della revoca della patente

“E’ un’azione importante - sottolinea la CNA - a tutela dei cittadini e a salvaguardia delle imprese e della libera concorrenza. Molto spesso dietro attività svolte abusivamente si nascondono servizi e prodotti erogati e venduti senza la necessaria professionalità e a danno del consumatore. Vogliamo ricordare che gli autisti professionisti sono soggetti a controlli medici rigorosi e verifiche annuali scrupolose sugli automezzi, hanno patenti professionali, adeguate coperture assicurative e applicano tariffe trasparenti, decise dall’Amministrazione comunale per rispondere alle diverse tipologie di trasporto come, ad esempio, il taxi collettivo o le tariffe agevolate da e per i luoghi di cura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In momenti di difficoltà economica come quelli attuali – evidenzia la CNA - è fondamentale tutelare le imprese regolari che svolgono un ruolo decisivo per la coesione sociale nel territorio. Si tratta di un segnale importante in un settore strategico per la mobilità delle persone e in un periodo clou della stagione turistica che vede l’Arma dei Carabinieri ancora una volta in prima linea nella tutela della legalità. Questa operazione si collega ai brillanti risultati ottenuti a seguito del Protocollo d’intesa di contrasto all’abusivismo 2016, coordinato dalla Prefettura di Ravenna e sottoscritto da tutte le Forze dell’Ordine, dai Comuni di Ravenna e Cervia e dalle Associazioni di categoria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento