menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accompagnava le prostitute da casa fino all'Adriatica: 'tassista' in manette

L’uomo era finito da tempo nel mirino degli investigatori che, seguendolo per alcuni giorni in borghese, hanno documentato come fosse ormai diventato un vero e proprio tassista per alcune prostitute

I Carabinieri della Savio, all’esito di un mirato servizio, hanno arrestato in flagranza di reato di favoreggiamento aggravato della prostituzione un 48enne, autista macedone residente nel riminese.

L’uomo era finito da tempo nel mirino degli investigatori che, seguendolo per alcuni giorni in borghese, hanno documentato come fosse ormai diventato un vero e proprio tassista per alcune prostitute bulgare, accompagnandole dalla loro dimora nel forlivese al luogo di “lavoro” a Cervia. All’ennesimo accompagnamento di due ragazze, per l'uomo è scattato l’arresto ed è stato condotto al carcere di Ravenna.

Dall’inizio dell’anno sono stati già centinaia i controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Cervia-Milano Marittima a donne - colte a prostituirsi lungo la statale Adriatica, nelle località di Savio, Lido di Classe e Lido di Savio - e ai loro relativi clienti. La prostituzione è un fenomeno complesso, poiché di per sé non costituisce reato, ma lo costituiscono invece le condotte ad esso collaterali - sfruttamento e favoreggiamento in primis. Le persone dedite al meretricio sono generalmente straniere regolarmente presenti sul territorio dello Stato italiano, poiché comunitarie o perché munite di regolare titolo di soggiorno, spesso residenti nei Comuni ravennati. Un caso simile si è verificato proprio ieri, sempre nel ravennate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento