rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Il Teatro Alighieri è cardioprotetto: donato un defibrillatore automatico

Un’iniziativa che costituisce l’ultimo gradino della prevenzione delle malattie cardiovascolari, causa del più alto indice di mortalità dei Paesi europei

Il Teatro Alighieri, cuore della vita culturale della nostra città, è ora dotato di uno dei nove defibrillatori del progetto “Romagna Cardioprotetta”, un’iniziativa che intende portare uno dei più importanti strumenti di prevenzione all’interno dei luoghi di aggregazione e socializzazione. Mercoledì mattina nel foyer del Teatro Alighieri Susanna Schiavone, direttrice del progetto nell’ambito della campagna di prevenzione e sensibilizzazione “Prenditi a cuore” per Medoc, ha donato un defibrillatore automatico alla Fondazione Ravenna Manifestazioni rappresentata dall’Assessore alla Cultura Ouidad Bakkali e dal Sovrintendente Antonio De Rosa.

Obiettivo finale del progetto è l’installazione capillare in ogni città grande e piccola della Romagna, di altri defibrillatori automatici donati ai Comuni dalle aziende del territorio attraverso Medoc e installati in apposite colonnine “totem”. Un’iniziativa che costituisce l’ultimo gradino della prevenzione delle malattie cardiovascolari, causa del più alto indice di mortalità dei Paesi europei. In particolare in Italia l’arresto cardiaco colpisce ogni anno 1 persona ogni 1000 abitanti. L’intervento di Primo Soccorso con defibrillazione immediata entro i primi 5 minuti, in corso di arresto cardiaco, determina la sopravvivenza del 80% dei casi.

Numeri che danno il senso dell’importanza di una dotazione diffusa di questi strumenti di nuova generazione, che possono essere attivabili anche da persone non specializzate e possono essere utilizzati sia su adulti sia sui bambini. Una semplice scarica elettrica è in grado di riattivare immediatamente l’attività cardiaca, in attesa dell’intervento avanzato che solo il 118 può fornire. Il Teatro Alighieri di Ravenna durante le stagioni teatrali accoglie anche 4-5000 persone a settimana, per cui dotare il personale di sala di uno strumento così importante significa offrire un servizio a tutta la cittadinanza.

Il Centro Polifunzionale di Prevenzione Medoc con sedi a Forlì, Cesena, Faenza, Rimini, Ravenna e attivo su tutto il territorio nazionale con tre Cliniche mobili, si occupa da 15 anni di Prevenzione ed in particolare di Medicina, Igiene Sicurezza del Lavoro, di Medicina dello Sport e di attività specialistiche rivolte alla Promozione della Salute e del Benessere dei lavoratori e più in generale dell’intera collettività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Alighieri è cardioprotetto: donato un defibrillatore automatico

RavennaToday è in caricamento