rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Faenza

Tenta di sfondare la porta di casa della nonna minacciandola, poi aggredisce i Carabinieri: arrestato

L’uomo, avendo sentito i militari, è scappato per le scale andandosi a rifugiare in un appartamento al primo piano

Paura nella notte in un appartamento di Faenza. Martedì notte è giunta una telefonata al numero d’emergenza 112 per una richiesta d’aiuto da parte di una donna anziana che lamentava il fatto che il nipote era fuori dalla porta di casa e la minacciava di morte cercando, inoltre, di buttare giù la porta a calci. L’equipaggio del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Faenza si è recato sul posto e, una volta entrato nell’androne del palazzo, ha sentito delle grida di un uomo provenire dall’ultimo piano e dei fortissimi colpi.

L’uomo, avendo sentito i militari, è scappato per le scale andandosi a rifugiare in un appartamento al primo piano. Una volta che la pattuglia si è accertata che all’ultimo piano stessero tutti bene si è recata al primo piano, ove si era rifugiato l’aggressore, trovandosi davanti un uomo corpulento e molto su di giri, che cercava di sbattere la porta contro i Carabinieri per impedirgli l’accesso ma, non riuscendovi, mostrandosi ostile serrava i pugni con fare minaccioso. Inutili i tentativi di calmarlo, tanto che i militari sono stati costretti a cercare di bloccargli le braccia mentre lui tentava di colpirli.

L'aggressore, anche con le braccia bloccate, ha cercato di colpire i militari apostrofandoli in malo modo, facendoli finire a terra prima che riuscirrero finalmente a bloccare il 54enne, che ancora ha tentato di colpire i Carabinieri con i calci. Il bloccato emanava un forte odore di sostanze alcoliche e aveva le pupille dilatate, cosa che ha fatto sospettare i militari anche un uso di sostanze stupefacenti.

Il 54enne faentino è stato tratto in arresto dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia manfreda per violenza privata, violazione di domicilio, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Il pm di turno Stefano Stargiotti ha disposto che l’uomo fosse trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia in attesa del rito direttissimo. L’arresto è stato convalidato dal Gip, che ha disposto il divieto di avvicinamento alle parti offese, l’obbligo di dimora nel comune di Faenza e l’obbligo di rimanere a casa dalle 20.00 alle 6.00. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di sfondare la porta di casa della nonna minacciandola, poi aggredisce i Carabinieri: arrestato

RavennaToday è in caricamento