Cronaca

Tenta il suicidio in carcere: salvato da un agente di polizia penitenziaria

"L’ennesimo tentato suicidio sventato da un agente deve necessariamente indurre a prestare maggiore attenzione alle condizioni psicologiche dei detenuti"

Grazie al tempestivo intervento di un agente, nel pomeriggio di mercoledì è stata salvata la vita di un detenuto al carcere di Ravenna. "Solo per merito della grande dedizione dell’agente, la vita del detenuto è stata messa in salvo - spiega Maria Antonietta Cirillo della Fp Cgil di Ravenna - Infatti, l’agente di polizia penitenziaria aveva terminato il giro di controllo appena 15 minuti prima ed è solo per una forte predizione a far bene che lo stesso, prima di lasciare il turno, ha deciso di procedere a un ulteriore e non previsto controllo. Il giro di ricognizione supplementare ha permesso il tempestivo e provvidenziale intervento dei sanitari".

"L’ennesimo tentato suicidio sventato da un agente - precisa la sindacalista -, nonostante le condizioni della casa circondariale di Ravenna rappresentino un esempio virtuoso da emulare, deve necessariamente indurre a prestare maggiore attenzione alle condizioni psicologiche dei detenuti nella fase di assegnazione alle carceri piuttosto che alle strutture sanitarie competenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il suicidio in carcere: salvato da un agente di polizia penitenziaria

RavennaToday è in caricamento