rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Faenza

Tentati omicidi, violenze e minacce: marocchino finisce di nuovo in carcere

Nel settembre 2013 è stato il protagonista del tentato omicidio di un faentino 66enne colpevole di avere sposato la ex compagna da cui aveva avuto due figli.

La Polizia di Stato ha arrestato nuovamente e portato in carcere T. M.  34enne cittadino marocchino in applicazione ad una ordinanza della Corte d’Appello di Bologna che ha aggravato la misura degli arresti domiciliari in atto. Nel settembre 2013 è stato il protagonista del tentato omicidio di un faentino 66enne colpevole di avere sposato la ex compagna da cui aveva avuto due figli.

Condannato a 7 anni di reclusione ne ha scontati appena due in carcere per poi accasarsi agli arresti domiciliari presso la ex compagna, nel frattempo rimasta sola per la morte del marito faentino.

Gli agenti del Commissariato di Faenza hanno raccolto le denunce della donna per le ripetute e reiterate violazioni con gravi episodi di violenza domestica anche nei confronti dei figli. Inutili sono stati i tentativi di reinserimento sociale del marocchino stante l’aggressività e la violenza, lo smodato consumo di bevande alcoliche, le violazioni alle prescrizioni imposte.

“Le reiterate segnalazioni della Polizia al Magistrato della Corte di Appello - si legge in una nota della Polizia - hanno determinato la carcerazione come unico mezzo per contenerne la pericolosità sociale”. Ieri gli agenti del Commissariato di Faenza lo hanno arrestato e ristretto presso il carcere di Ravenna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentati omicidi, violenze e minacce: marocchino finisce di nuovo in carcere

RavennaToday è in caricamento