rotate-mobile
Cronaca Faenza

Emergenza terremoto: partita da Faenza una squadra di tecnici comunali

Intanto la partita di calcio benefica tra le selezioni dell'amministrazione comunale e dell'Arma dei Carabinieri giocata ieri sera allo stadio "Bruno Neri" ha fruttato la somma di 1002 euro

"Massima solidarietà e disponibilità dei Comuni dell'Unione della Romagna Faentina. Se ci verrà chiesto saremo in prima linea a dare una mano". Era stato questo il messaggio del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e di tutti i sindaci della Romagna faentina fin dai primi momenti seguiti al tragico terremoto che ha colpito il centro Italia il 24 agosto scorso. Dopo la messa a punto di tutti gli aspetti organizzativi, tale disponibilità si è concretizzata. Questa mattina infatti una squadra di tecnici dipendenti del Comune e dell'Unione è partita alla volta di Montegallo (Ascoli Piceno), Comune marchigiano in cui ha sede il centro di coordinamento della Regione Emilia-Romagna in aiuto della popolazione terremotata.

Impegnata in una missione di una settimana, fino a sabato prossimo 8 ottobre, la squadra è composta da tre tecnici, geometri e architetti, e da una unità di personale amministrativo. Coordinati dall'Anci-Emilia Romagna e dalla Protezione civile regionale, i tecnici comunali saranno impegnati a supportare istituzioni popolazione terremotata nel campo della preventivazione dei danni, e nella redazione degli atti amministrativi necessari in questo periodo di grave emergenza. Altro personale già resosi disponibile, compresi gli agenti di Polizia municipale, potrebbe partire nelle prossime settimane, in base alle necessità man mano individuate dal coordinamento regionale e dall'Ufficio regionale per la Polizia Locale. Intanto la partita di calcio benefica tra le selezioni dell'amministrazione comunale e dell'Arma dei Carabinieri giocata venerdì sera allo stadio "Bruno Neri" ha fruttato la somma di 1002 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza terremoto: partita da Faenza una squadra di tecnici comunali

RavennaToday è in caricamento