rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Terreno edificabile con "trappole" nascoste nell'erba: scatta il sequestro

La Polizia Municipale ha provveduto a chiudere l'area e sottoporla a sequestro in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

La Polizia Municipale di Ravenna ha provveduto venerdì mattina al sequestro preventivo di un'area in stato di abbandono a Lido Adriano, tra viale Verdi e via Seppilli, perché risultata particolarmente pericolosa per la pubblica incolumità. Nello specifico all'interno del lotto di terreno edificabile, è stata accertata la presenza di un deposito di materiale edile (mattoni e tubi in ferro arrugginiti), pozzetti senza coperchio semi nascosti dall’erba alta particolarmente pericolosi per i bambini. Il cantiere era in parte delimitato da una recinzione metallica (fatiscente e pericolosa per la fuoruscita di spuntoni). Inoltre un frammento della recinzione invadeva il marciapiede ostruendolo totalmente, mettendo a repentaglio la sicurezza dei passanti. Non essendo immediatamente rintracciabili i responsabili del cantiere, la Polizia Municipale ha provveduto a chiudere l'area e sottoporla a sequestro in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terreno edificabile con "trappole" nascoste nell'erba: scatta il sequestro

RavennaToday è in caricamento