rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Terrorismo, Matteucci: "Innalzare l'attività di contrasto e unire la società civile"

"Innalzare ancora l'azione di contrasto al terrorismo jiadhista e rafforzare l'unità della società civile contro fanatismo e fondamentalismo": è la ricetta del sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci

“Innalzare ancora l'azione di contrasto al terrorismo jiadhista e rafforzare l'unità della società civile contro fanatismo e fondamentalismo”: è la ricetta del sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci sui rischi della diffusione di cellule terroristiche anche a Ravenna. Fabrizio Matteucci risponde al question time del Consigliere comunale di Forza Italia Alberto Ancarani, che verte sulla moschea: “Il Comune di Ravenna ha autorizzato la costruzione della Moschea alle Bassette su un terreno privato e con i costi di costruzione interamente e ovviamente a carico dei privati che lo hanno realizzato. Il Comune ha speso zero euro: è un' ovvietà, ma nella polemica politica di allora fu sostenuto il contrario e allora è bene ricordarlo. Quella autorizzazione fu rilasciata nel pieno rispetto della Costituzione della Repubblica Italiana e delle nostre leggi”.

“La domenica di Pasqua, a pochi giorni dagli attentati di Bruxelles, la Moschea delle Bassette ha osservato una giornata di apertura al pubblico. E questo dovrebbe avvenire da ora in poi l'ultima domenica di ogni mese. Sono state molte le persone che l'hanno visitata”.

Per Matteucci: “Parlando del nostro Paese, non esistono città a rischio zero. Così come in Europa non ci sono paesi a rischio zero. Ravenna non fa eccezione, anche perché siamo sicuramente fra le 20 - 30 città italiane più importanti e conosciute. Posso rassicurare l'opinione pubblica che l'attenzione e l'azione delle Forze dell'Ordine e della Procura su questo tema è al massimo livello. A Ravenna, nel controllo del territorio la guardia è stata alzata da tempo e per tempo. Lo dimostra il numero dei terroristi internazionali che hanno avuto contatti con Ravenna, contatti a volte labili a volte no, scovati dai nostri investigatori. Nessuno di loro è riuscito né riuscirà a mettere radici a casa nostra”.

“Per schiacciare l'Isis è necessario l'uso della forza, un uso globale e intelligente. Anche nella difesa delle nostre città è necessario l'uso della forza. Uso le parole di Karl Popper : "La tolleranza illimitata porta alla scomparsa della tolleranza. Se estendiamo l’illimitata tolleranza anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo disposti a difendere una società tollerante contro gli attacchi degli intolleranti, allora i tolleranti saranno distrutti e la tolleranza con essi”. Useremo la forza ma non diventeremo mai come loro. Per arginare e contrastare il terrorismo, insieme all'uso della forza è indispensabile, come lo fu per sconfiggere il terrorismo italiano negli anni '70 e '80 , la mobilitazione della società civile. La mobilitazione di tutta la società civile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo, Matteucci: "Innalzare l'attività di contrasto e unire la società civile"

RavennaToday è in caricamento