menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terzo anno di attività per i volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri

Aumentati del 25,8% i servizi e le pattuglie rispetto agli scorsi anni, svolte 8.582 ore di servizio

Sabato 1 giugno 2019, nella sala Buzzi di Via Berlinguer si è svolta l’assemblea annuale del gruppo dei volontari  dell’Associazione Nazionale Carabinieri alla presenza del colonnello CC Roberto De Cinti, del vicesindaco Eugenio Fusignani e del comandante della P.M.  Andrea Giacomini, per presentare il bilancio delle attività del gruppo dal 1 giugno 2018 al 31 maggio 2019 e dei nuovi servizi di osservazione, pattugliamento e assistenza ai cittadini da parte dei  volontari ANC in programma per la prossima estate, che si vanno ad aggiungere a quelli già in essere da tre anni grazie alla convenzione stipulata con il Comune. Oltre ai servizi in bicicletta ai parchi cittadini, in centro città e al mercato, due sono le località di mare che beneficeranno dell'operato dei Carabinieri volontari: Lido di Dante e Marina di Ravenna.  Durante tali attività, oltre ad offrire un servizio di primo soccorso con l’utilizzo del defibrillatore mobile in dotazione, gli operatori svolgeranno una campagna di sensibilizzazione contro la guida in stato di ebbrezza.

“Dai dati presentati oggi, si vede come la qualità del lavoro svolto dall’ANC vada a braccetto con l’elevatissimo numero di servizi prestati -  ha spiegato il vicesindaco Fusignani -: un connubio che mette ancora più in luce la validità della convenzione che il Comune ha con l’Associazione Nazionale Carabinieri. Si tratta, infatti, di un’attività preziosa – una sinergia che ho intenzione di mantenere ed implementare - di cui ringrazio tutti i volontari dell’ANC, che la svolgono donando il loro tempo libero per la sicurezza dei cittadini. Se oggi le Istituzioni riescono a dare risposte più qualificate, lo si deve anche alla presenza sul territorio di associazioni come l’ANC. Infine – ha concluso Fusignani - ringrazio l’Arma per il sostegno che dà a queste iniziative e il presidente Mimmi per la grande professionalità e la capacità di tenere legato e compatto il gruppo”. “L’Associazione Nazionale Carabinieri contribuisce alla sicurezza integrata orizzontale della nostra Città – ha spiegato il comandante Giacomini -. Si tratta di un lavoro molto qualificato che permette di svolgere molte attività, ‘alleggerendo’ così gli operatori di Polizia che possono essere assegnati ad altre funzioni per la sicurezza dei cittadini. Per tutto questo il mio ringraziamento va ai volontari e al presidente Mimmi”. 

La rilevanza dell'attività di volontariato di utilità sociale della ANC di Ravenna, dal 1 giugno 2018 al 31 maggio 2019, sta nei 4.442 servizi svolti, per un totale di 8.582 ore, con un incremento del 25,8% (da 3.530 a 4.442) di servizi e pattuglie distribuite sui quadranti giornalieri, rispetto agli anni scorsi di attività. Importante è anche l’incremento delle ore complessive: 8.582 rispetto alle 5.628 ore del precedente anno. 

I servizi svolti: presidio di sorveglianza e salvaguardia dell’incolumità della popolazione scolastica negli attraversamenti, mirato anche alla prevenzione di atti di malcostume, bullismo e uso e spaccio di sostanze stupefacenti. Partecipazione al progetto “sicurezza integrata zona giardini Speyer”. Raccolta e invio agli organi competenti di n. 114 segnalazioni di fatti meritevoli di approfondimenti operativi propri degli organi di Polizia Giudiziaria (fra 11 cui segnalazioni per presunto spaccio di sostanze stupefacenti, 2 tentativi di truffa, 13 soggetti o veicoli in atteggiamento “sospetto”, maltrattamento di animali, recupero di refurtiva, accertamento di 18 autoveicoli non coperti d’assicurazione in sosta in luoghi pubblici, autovetture o motoveicoli in stato di abbandono, il “comportamento anomalo” di una persona di sesso maschile nei pressi della scuola “Guido Novello”). Attuati n. 1.255 interventi col fine di assicurare una migliore fruibilità degli spazi a verde, un’ordinata e civile convivenza, sicurezza urbana nel centro cittadino. Attività di attenzione sul rispetto delle ordinanze Anti-alcol e anti-vetro nella zona dei giardini Speyer (n. 317) e a Marina di Ravenna (n. 20). Assistenza e soccorso a persone in difficoltà (n. 24). Erogazione di n. 517 informazioni ai croceristi e turisti stranieri, assistendo alcuni offesi da reato. N. 1.535 indicazioni fornite a turisti e cittadini italiani. Servizi di prossimità durante le manifestazioni pubbliche e i grandi eventi. Realizzazione corso basico per 13 nuovi volontari e due seminari di aggiornamento per tutti i volontari. Quindici volontari (altri 36 erano già formati) hanno conseguito gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico. L’Associazione Nazionale Carabinieri ha chiuso dunque un intenso anno di attività grazie all’impegno di 66 volontari, di cui 9 donne.

Sono stati inoltre resi noti, nel corso dell’assemblea, i nomi dei  tre volontari che si sono distinti per il maggior numero di servizi:
1° classificato, Stefano Lombardi, con 189 servizi;
2° classificato, Stefania Sanzani, con 178 servizi;
3° classificato, Giuseppe Minardi, con 133 servizi.

Il presidente Mimmi ha dichiarato: “Crediamo moltissimo nel ruolo di prossimità, di ascolto e vicinanza ai cittadini e tentiamo di esprimere il volto preparato, competente e sorridente dell’Associazione Nazionale Carabinieri, trasmettendo sicurezza e stimolando tutti al rispetto delle regole. Cerchiamo di colmare lo spazio tra cittadini e forze dell’ordine svolgendo un ruolo di utile collegamento. Il nostro principio ispiratore è infatti fra la gente e con la gente, in quanto la sicurezza si realizza anche con la partecipazione del cittadino stesso”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento