Cronaca

"Ti dico chi ha rubato la tua bici se mi paghi": finisce in cella per aver dato un nome falso

Un giovane di 24enne, cittadino tunisino, è stato arrestato dalla Polizia per il reato di falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità

Un giovane di 24enne, cittadino tunisino, è stato arrestato dalla Polizia per il reato di falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità. Domenica sera una Volante della Questura di Ravenna è intervenuta in piazza Farini, dove una donna aveva subito il furto della propria bicicletta. La donna è stata quindi avvicinata da uno straniero che le ha riferito di essere in grado di fornirle informazioni circa l’autore del furto dietro pagamento di una somma di danaro. La derubata ha quindi chiamato il 112. I poliziotti intervenuti hanno fermato l’uomo: lo straniero si è dichiarato privo di documenti di identificazione,mentre il nominativo che ha indicato è risultato completamente sconosciuto.     L’extracomunitario è stato quindi condotto in Questura dove, attraverso il fotosegnalamento ed il confronto delle impronte digitali è stato identificato per il 24enne tunisino con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e il Testo Unico dell’Immigrazione. In ragione di ciò è stato denunciato per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel Territorio dello Stato e arrestato per il reato di falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità. E' stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti dico chi ha rubato la tua bici se mi paghi": finisce in cella per aver dato un nome falso

RavennaToday è in caricamento