Torna 'Wiki Loves Monuments', il concorso fotografico più grande del mondo

Il Comune di Lugo sostiene anche quest’anno “Wiki Loves Monuments”, il più grande concorso fotografico al mondo indetto da Wikimedia Italia e nato per valorizzare il patrimonio culturale e artistico italiano

Il Comune di Lugo sostiene anche quest’anno “Wiki Loves Monuments”, il più grande concorso fotografico al mondo indetto da Wikimedia Italia e nato per valorizzare il patrimonio culturale e artistico italiano. Sono sette i luoghi candidati da Lugo, liberamente fotografabili: la Meridiana dei Popoli (piazza Garibaldi), il Monumento a Francesco Baracca (piazza Baracca), il Parco del Loto (via Brignani), il Parco Golfera (via Sammartina), il Pavaglione (piazza Mazzini), la Rocca Estense (piazza Martiri 1) e il Teatro Rossini (piazzale Cavour 17).

Una volta scelto il monumento e scattata la foto, dall’1 al 30 settembre sarà possibile caricarla seguendo le istruzioni illustrate al link https://wikilovesmonuments.wikimedia.it/concorso-fotografico-wlm/. Gli scatti diventano così patrimonio condivisibile, comune e universale grazie alla loro circolazione in rete con licenza di Creative Commons. L’elenco dei luoghi candidati per il comune di Lugo è disponibile al link https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Wiki_Loves_Monuments_2019/Monumenti/Emilia- Romagna/Provincia_di_Ravenna. Per ulteriori informazioni contattare lo sportello ComUnico del Comune di Lugo al numero 054538444 o 054538559, oppure alla mail comunico@comune.lugo.ra.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento