menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Torre civica torna a "respirare": e riemergono i rilievi della "Mariola"

Con la rimozione dei pannelli sono "riemersi" i due curiosi frammenti marmorei che si trovano alla base e che per anni sono rimasti nascosti dal legno

Qualche passante curioso si è fermato a chiedere informazioni, stupito nel vedere gli operai all'opera. Lunedì pomeriggio, infatti, sono iniziati i lavori di rimozione delle assi di legno che da anni coprivano la parte inferiore della Torre Civica di via Ponte Marino. "Le travi di legno, ormai rovinate dall'usura del tempo, verranno sostituite con i pannelli rimossi dal Mercato Coperto - spiega l'assessore ai lavori pubblici Roberto Fagnani - Con questa operazione abbiamo pensato di rendere la torre un po' più carina. L'obiettivo finale resta sempre quello di "liberare" del tutto la torre, una volta valutati gli interventi da fare".

E con la rimozione dei pannelli sono "riemersi" i due curiosi frammenti marmorei che si trovano alla base e che per anni sono rimasti nascosti dal legno: si tratta di un bassorilievo romano di un uomo a cavallo (III secolo) e di una testa in cui non sono visibili i lineamenti. Le figure, vicine, ma rivolte in direzioni diverse, hanno ispirato il detto ‘Zarchê Mariola par Ravêna’ (‘Cercar Mariola per Ravenna’), citato perfino nel Don Chisciotte di Cervantes, e che ha dato luogo a svariate interpretazioni, fra le quali la più accreditata è quella di ‘cercare e non trovare qualcosa di molto vicino’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento