Tra tante scarpe rosse anche tre scarpette bianche per l'omicidio di Giulia Ballestri

Su di una sedia, infatti, qualcuno ha rivolto un pensiero ai figli della vittima del violento omicidio che, nell'ultimo anno, ha occupato per mesi le cronache locali

Foto dalla pagina Facebook 'Succede a Ravenna'

A poche ore dall'avvenuto ritorno al carcere di Ravenna di Matteo Cagnoni, il dermatologo ravennate condannato in primo grado all'ergastolo per l'omicidio della moglie, in piazza del Popolo in mezzo a una distesa di scarpette rosse - poste su tutta la piazza in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne - sono spuntate anche tre paia di piccole scarpette bianche. Su di una sedia, infatti, qualcuno ha rivolto un pensiero ai tre figli della vittima del violento omicidio che, nell'ultimo anno, ha occupato per mesi le cronache locali (e non solo). "Giulia Ballestri, 39 anni. Condannato, in primo grado, all'ergastolo, il marito. 16 settembre 2016, 3 figli", si legge nel cartello affisso sulla sedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

Torna su
RavennaToday è in caricamento