rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Tragica battuta di pesca, ritrovato senza vita nel letto del fiume Lamone

La moglie si era presentata dai Carabinieri solo nel tardo pomeriggio, quando ormai l'assenza del marito iniziava ad essere davvero preoccupante: l'uomo era uscito domenica mattina per dedicarsi al suo hobby, la pesca

Una battuta di pesca finita in tragedia. Nella notte tra domenica e lunedì il corpo senza vita di un uomo, la cui scomparsa era stata denunciata dalla moglie poche ore prima, è stato ritrovato in acqua nel fiume Lamone, all'altezza della frazione di San Romualdo di Ravenna. Sul posto erano presenti al momento del ritrovamento i Carabinieri della Compagnia di Ravenna.

La moglie si era presentata dai Carabinieri solo nel tardo pomeriggio, quando ormai l’assenza del marito iniziava ad essere davvero preoccupante: lui, un uomo di 78 anni residente a Ravenna, affetto da morbo di Parkinson, era uscito domenica mattina per dedicarsi al suo hobby, la pesca. La moglie non vedendolo tornare per pranzo aveva pensato ad un contrattempo, anche perché l’uomo non usava un telefono cellulare: poi si è rivolta ai Carabinieri. Le ricerche sono iniziate immediatamente grazie alle pattuglie dei militari sul territorio e alle squadre dei Vigili del fuoco intervenute anche con i sommozzatori; purtroppo non ce n’è stato bisogno.

Uomo trovato morto nel Lamone (foto Argnani)

Già dai primi segnali si era capito che era plausibile l’ipotesi dell’incidente di pesca: i materiali e gli abiti ancora al loro posto nella appartata piazzola di pesca, il panino e la bottiglia d’acqua ancora intatti, anche il portafoglio e la macchina non erano stati toccati. Le ricerche si sono spostate subito in acqua, dove i Vigili del fuoco, a bordo del gommone hanno dapprima ritrovato una scarpa, poi a pochissimi metri di distanza dalla piazzola il corpo.

L’incidente, secondo i Carabinieri della stazione di Mezzano, deve essere dunque avvenuto nelle primissime ore della battute di pesca. L’uomo avrebbe avuto giusto il tempo di mettersi comodo; è stato notato un particolare, una rete da pesca era ancora in acqua incastrata tra le sterpaglie della riva. Con ogni probabilità l’uomo deve essersi sporto troppo finendo in acqua nel tentativo di recuperare l’attrezzatura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragica battuta di pesca, ritrovato senza vita nel letto del fiume Lamone

RavennaToday è in caricamento