menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporto ferroviario: Legambiente promuove uno studio

“Soppressioni di treni e disservizi vari, dal riscaldamento che non funziona alle porte che non si aprono - ha dichiarato Yuri Rambelli, presidente del circolo Legambiente “A. Cederna”"

Treni soppressi, oppure sporchi, toilette inagibili, porte automatiche che non si aprono. E poi ancora biglietterie automatiche e obliteratrici che non funzionano, mancate comunicazioni all'utenza e così via. In Toscana la Regione ha multato Trenitalia per 664.000 euro per non aver rispettato gli standard di qualità fissati dal contratto di servizio, ma com'è la situazione in Provincia di Ravenna? Non molto diversa, stando ai racconti dei pendolari.

“Soppressioni di treni e disservizi vari, dal riscaldamento che non funziona alle porte che non si aprono - ha dichiarato Yuri Rambelli, presidente del circolo Legambiente “A. Cederna” - sembrano essere purtroppo eventi troppo frequenti. E poi ancora l'eccessivo affollamento in determinate fasce orarie oppure i tempi di percorrenza o lo stato dei servizi nelle stazioni, tutti elementi che rendono difficile spostarsi in treno. Abbiamo perciò deciso di realizzare uno studio sulla qualità del servizio ferroviario, chiedendo la collaborazione dei cittadini per effettuare un vero e proprio censimento dei servizi presenti, o assenti, in stazione e più in generale delle condizioni di viaggio nella nostra provincia e nei collegamenti con le altre città, per documentare le carenze del sistema ferroviario e proporre alternative e soluzioni reali”.

Lo studio riguarda i treni, lo stato delle carrozze, l'affollamento, ma anche i tempi di percorrenza e la frequenza del trasporto nelle varie fasce orarie; ma soprattutto lo stato delle stazioni, la presenza di servizi come biglietterie, sale d'attesa, bagni, rampe d'accesso per disabili, passeggini, biciclette.

“Tutti i rapporti sulla cattiva qualità dell'aria che respiriamo indicano come principale responsabile il traffico veicolare - ha aggiunto Rambelli - è perciò fondamentale che il servizio ferroviario sia efficiente e puntuale se vogliamo che rappresenti una vera alternativa sostenibile alla mobilità privata”.

Legambiente invita perciò cittadini e pendolari a collaborare allo studio, raccontando i disservizi e le “storie di viaggio” sulle linee ferroviarie. Per gli studenti universitari è inoltre possibile vedersi riconoscere l'attività di realizzazione dello studio come “tirocinio formativo”, un'opportunità di studiare dal vivo la qualità ambientale e la situazione dei trasporti nella nostra provincia attraverso sopralluoghi nelle stazioni e interviste ai pendolari.

Per informazioni e per partecipare alla realizzazione dello studio ci si può rivolgere direttamente al circolo Legambiente “A. Cederna”: Tel. 348-3697503 / 338-1661856; Web: www.legambientenews.it E-mail: legambiente.lugo@alice.it

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento