Trasporto pubblico, il consiglio s'impegna a migliorare i collegamenti ferroviari

Nella seduta di martedì il Consiglio comunale ha approvato l’ordine del giorno su “Proseguire nell’impegno di migliorare i collegamenti ferroviari di Ravenna per favorire la mobilità di cittadini e turisti”

Nella seduta di martedì il Consiglio comunale ha approvato l’ordine del giorno su “Proseguire nell’impegno di migliorare i collegamenti ferroviari di Ravenna per favorire la mobilità di cittadini e turisti” depositato in corso di seduta e presentato da Cinzia Valbonesi (Pd), sottoscritto da Veronica Verlicchi (La Pigna) e dai gruppi di maggioranza: 21 voti favorevoli (Pd, La Pigna, Ama Ravenna, Pri, Ravenna in comune, Gruppo misto, Sinistra per Ravenna, Art.1-Mdp, Lega Nord) e 2 astenuti (Lista per Ravenna, Forza Italia).

Maggioranza

"La nostra Amministrazione Comunale è impegnata in un confronto strutturato con Regione Emilia-Romagna, Rfi e Trenitalia per arrivare nel breve periodo alla riduzione dei tempi di viaggio nella tratta Ravenna-Bologna - ha spiegato la consigliera Valbonesi - L’ottimizzazione del collegamento con il capoluogo, di fatto hub ferroviario e snodo delle linee ad altà velocità di tutto il Paese, oltre a migliorare la mobilità dei 4000 passeggeri che quotidianamente utilizzano la stazione di Ravenna può certamente offrire una risposta positiva alle necessità dell’economia turistica della città e del suo territorio. In questa direzione un passo importante è stato compiuto sicuramente nel dicembre scorso con il "Patto per il trasporto pubblico regionale e locale 2018 – 2020” sottoscritto dal Presidente della Regione Bonaccini e dai rappresentanti degli Enti Pubblici, che ha affermato la disponibilità progettuale di Rfi e Trenitalia per lo sviluppo e il potenziamento dei servizi ferroviari sull’asse Milano-Piacenza-Bologna-Rimini/Ravenna e si è posto l’obiettivo di un aumento della velocità per i treni regionali, con una conseguente riduzione dei tempi di percorrenza della linea Ravenna-Bologna. A sostegno dell’azione messa in campo dall’Amministrazione Comunale in questo ambito è stato presentato un ordine del giorno dal Gruppo Pd, e sottoscritto da tutta la maggioranza più un gruppo dell’opposizione, che ribadisce la necessità di garantire la più rapida attuazione degli obbiettivi del Piano, in particolare l’incremento della frequenza dei collegamenti con Bologna e il rinnovo dei treni e la necessità di superare le problematiche tecniche e strutturali che oggi non consentono la fermata a Ravenna delle linee dei treni a lunga percorrenza che viaggiano sulla linea adriatica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Opposizione

"Non avremmo potuto che votare volentieri e anche firmare un ordine del giorno (anche se per sua natura mera espressione di desideri e buone intenzioni), che chiede al sindaco due cose bellissime: impegnarsi “affinché la città di Ravenna possa beneficiare della fermata dei treni a lunga percorrenza” e per “la riduzione dei tempi di percorrenza della linea ferroviaria Ravenna-Bologna” - commentano i consiglieri Alberto Ancarani (Forza Italia) e Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna) - Su questo punto avremmo anche sorvolato sul fatto che, già il 22 giugno scorso, il sindaco aveva già annunciato che “entro quest'anno dovrebbe concretizzarsi lo sdoppiamento della linea nell'area metropolitana bolognese che dovrebbe consentire ai treni provenienti da Ravenna di non fermare in tutte le stazioni dopo Imola. In questo modo il tragitto passerebbe da 90-100 minuti circa a 55 minuti con sole due fermate fra Ravenna e Bologna: quella di Lugo e quella di Imola”.   Avremmo votato a favore anche se l’ordine del giorno porta la firma del Pd, il quale dovrebbe rivolgere prima di tutto a se stesso il mea culpa per come, in mezzo secolo di governo di questa città e in Regione, oltreché dal 2013 al 2018 in Italia, ha ridotto i collegamenti e i trasporti tra Ravenna e altrove a roba da terzo mondo. Ma applaudire che se “ad oggi permane il deficit logistico di collegamento con la stazione di Bologna”, ciò avviene “nonostante l’impegno profuso dall’Amministrazione Comunale” ci è sembrato troppo anche per la più raffinata messa in scena".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

  • Il Coronavirus strappa alla vita Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque

Torna su
RavennaToday è in caricamento