menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I clienti non possono più permettersi il caffè: e lei lancia i "caffè sospesi" e regala pizze e brioche

In questo momento molto difficile per tutta la popolazione emerge la solidarietà e il cuore grande di tanti ravennati. E' il caso di Lucia, titolare del "Tre Emme caffè" a Godo di Russi

In questo momento molto difficile per tutta la popolazione emerge la solidarietà e il cuore grande di tanti ravennati. E' il caso di Lucia, titolare del "Tre Emme caffè" a Godo di Russi. L'imprenditrice, infatti, vista la situazione ha deciso di lanciare l'iniziativa del "caffè sospeso", ma non solo.

"Il mio bar si trova sotto a un condominio dove abitano persone che prima venivano a prendere il caffè tutti i giorni, ora hanno smesso perchè non hanno neanche ancora ricevuto la cassa integrazione - spiega la barista - Ho anche provato a offrirglielo gratuitamente, ma non hanno voluto accettarlo. Ho deciso di lanciare questa iniziativa perchè per un caffè non muore nessuno".

E così nel suo bar sarà possibile lasciare un caffè in sospeso. "Chiunque lo desideri può lasciare un caffe pagato, che noi faremo consumare a chi in questo momento non ha la possibilità di pagarlo - spiega Lucia - In più ogni giorno, dopo la chiusura, lasceremo fuori sui tavolini dei sacchetti con brioche e pizze rimaste dal mattino per chi non può permettersele ora. Ovviamente chiediamo un po' di buon senso e di non fare i furbetti, perchè noi lo facciamo con il cuore".

20200508_100020-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento