rotate-mobile
Cronaca

Tre panchine per ricordare Alessandro, scomparso a 18 anni, nel parco in cui è cresciuto

Le tre panchine diventeranno un segno tangibile dell’omaggio e dell’attaccamento dell’intera comunità al giovane atleta

Dopo il murales nella sua scuola, un altro gesto di cuore per ricordare Alessandro Bianchi, scomparso la scorsa estate a soli 18 anni in un tragico incidente stradale. Lunedì 3 giugno alle 14.30, al campetto “AB” all’interno del parco Carlo Urbani di Ravenna, verranno inaugurate tre panchine dedicate al giovane cestista, che ha regalato tante emozioni indossando, negli ultimi due anni, la maglia dei Blacks - Raggisolaris di Faenza.

Progettate e dipinte da Thomas, Matilda e Chiara, gli studenti del Liceo Artistico Nervi-Severini (già autori del pannello appena consegnato al Liceo Scientifico), le tre panchine diventeranno un segno tangibile dell’omaggio e dell’attaccamento dell’intera comunità all’atleta. La personalizzazione delle panchine con i tre sport preferiti e praticati da Alessandro - il basket, la moto e il wind surf - rappresenta un segno visibile della presenza di Alessandro nel parco dove è cresciuto e ha trascorso gran parte dei momenti più belli accanto agli amici ed è il primo passo di un percorso, ancora lungo, che gli organizzatori dell’iniziativa auspicano maturi in una futura intitolazione.

“Vi aspettiamo numerosi - dice mamma Claudia - nel luogo che già da qualche tempo Google Maps identifica come il "Campetto Alessandro Bianchi": sarà un momento di condivisione, di sorrisi e di abbracci per ringraziare uno ad uno tutti coloro si sono attivati per la buona riuscita dell'evento, primi fra tutti Alessio Sanviti e la mamma Paola. E mi raccomando: non dimenticate la palla da basket! Andremo ancora una volta a canestro, mandando un bacio ad Ale”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre panchine per ricordare Alessandro, scomparso a 18 anni, nel parco in cui è cresciuto

RavennaToday è in caricamento