menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treni soppressi e biglietteria fuori servizio, ancora disagi sulla Ravenna-Bologna

"I nostri volontari in stazione a Lugo lunedì mattina - esordisce Yuri Rambelli, presidente del circolo Legambiente "A. Cederna" - hanno documentato l'ennesimo disservizio del trasporto regionale sulla linea Bologna-Ravenna"

Continuano i disagi per i pendolari sulla linea ferroviaria Ravenna-Bologna monitorati dai volontari di Legambiente. Dalla biglietteria “fast regional ticket” della stazione di Lugo che dovrebbe consentire di fare il “biglietto regionale veloce”, se non fosse fuori servizio, alla soppressione del treno delle 13 per Ravenna che ultimamente sembra ripetersi troppo spesso.

“I nostri volontari in stazione a Lugo lunedì mattina - esordisce Yuri Rambelli, presidente del circolo Legambiente “A. Cederna” - hanno documentato l'ennesimo disservizio del trasporto regionale sulla linea Bologna-Ravenna, ma ciò che appare quanto mai curioso è la soppressione del regionale 6477 in partenza alle 12:46 da Castelbolognese con arrivo a Ravenna alle 13:30. Il treno infatti era già annunciato come soppresso prima delle 10, con ben 3 ore di anticipo. Difficile pensare quindi ad un inconveniente dell'ultimo minuto”.

L'altro aspetto curioso del monitoraggio effettuato da Legambiente sono le informazioni fornite dal sito “viaggiatreno” che dovrebbe aggiornare in tempo reale i viaggiatori sullo stato del servizio offerto sulla rete ferroviaria: il treno soppresso infatti non compare, come se non fosse mai esistito. L'unico modo per sapere che è stato in realtà soppresso è fare una ricerca conoscendo il numero del treno in questione.

“Soppressioni di treni, scarse informazioni ai viaggiatori e disservizi vari, dal riscaldamento che non funziona o che funziona fin troppo bene portando le carrozze a temperature tropicali, alle porte che non si aprono - continua Rambelli - sembrano essere purtroppo eventi troppo frequenti. E poi ancora l'eccessivo affollamento in determinate fasce orarie oppure i tempi di percorrenza o lo stato dei servizi nelle stazioni, tutti elementi che rendono difficile spostarsi in treno e che abbiamo deciso di documentare conducendo questo monitoraggio sulla qualità del servizio ferroviario. Chiediamo perciò la collaborazione dei cittadini per effettuare un vero e proprio censimento dei servizi presenti, o assenti, in stazione e più in generale delle condizioni di viaggio nella nostra provincia e nei collegamenti con le altre città, per documentare le carenze del sistema ferroviario e proporre soluzioni”.

Legambiente invita cittadini e pendolari a collaborare a raccontare i disservizi e le loro “storie di viaggio” sulle linee ferroviarie. Per gli studenti universitari è inoltre possibile vedersi riconoscere l'attività di realizzazione dello studio come “tirocinio formativo”, un'opportunità di studiare dal vivo la qualità ambientale e la situazione dei trasporti nella nostra provincia attraverso sopralluoghi nelle stazioni e interviste ai pendolari. Per informazioni e per partecipare alla realizzazione dello studio ci si può rivolgere direttamente al circolo Legambiente “A. Cederna”: Tel. 348-3697503 / 338-1661856; Web: www.legambientenews.it E-mail: legambiente.lugo@alice.it

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento